×

Messaggio anonimo a due infermieri: “Avete portato il Covid nel palazzo”

Combattono in prima linea contro la pandemia, ma ricevono un messaggio anonimo: padre e figlia sono infermieri di Torre del Greco.

coronavirus estate

Un messaggio anonimo recapitato a padre e figlia – infermieri in prima linea contro il Covid-19 a Torre del Greco – contenente un inattesa reazione degli inquilini del palazzo. “Grazie a te e a tua figlia che avete portato il Covid nel palazzo“, si legge nella missiva.

Franco e Teresa Vetro hanno denunciato quanto accaduto nella mattinata di giovedì 30 aprile. Un comportamento codardo e inammissibile, soprattutto per il fatto che i due operatori sono sempre stati attenti alle misure di sicurezza e non sono mai risultati positivi all’infezione.

Franco lavora come infermiere nel reparto Covid del Loreto Mare di Napoli, mentre la figlia Teresa, di appena 25 anni, lavora nel reparto pediatrico Covid del Policlinico di Napoli.

Una passione, quella per la medicina, che è passata di padre in figlio.

Messaggio anonimo a due infermieri

“Sono senza parole – ha detto Teresa non appena ha trovato la lettera nella cassetta della posta -, ma non riesco a nascondere la rabbia.

Mi sento avvilita per il declino morale di questa società, nonostante molti si nascondano dietro ai complimenti e all’ipocrisia. Quanti magari ci chiamano eroi, poi ci trattano da appestati. E non è l’unico atto di “razzismo”. Infatti, anche a Lucca un’infermiera aveva ricevuto un biglietto spiacevole e molto simile a quello recapitato a padre e figlia, entrambi infermieri in provincia di Napoli.

“Grazie a te e a tua figlia che avete portato il Covid nel palazzo“, scrive un anonimo senza nemmeno avere il coraggio di mostrare la calligrafia.

infatti, i biglietto è stato realizzato tagliando e incollando lettere di giornali sulla carta bianca.

messaggio anonimo

Teresa ha voluto raccontare anche un precedente episodio accaduto poche settimane prima: “Dall’inizio dell’emergenza – ha raccontato a Il Mattinonon ho trovato una stanza in affitto nei pressi del Policlinico. Il mio scopo – ha proseguito ancora – era di non tornare a casa dopo il lavoro con il rischio, nel caso di positività al virus, di contagiare mia madre che è un soggetto a rischio”. Un episodio già accaduto anche a Castellammare di Stabia e in altre zone italiane.

Denuncia di Francesco Emilio Borrelli

“Un gesto deprecabile e vergognoso – ha commentato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli –. Difficile pensare a qualcuno che abbia potuto soltanto immaginarla una cosa simile, figuriamoci metterla in pratica. Senza il contributo ed il sacrificio di medici ed infermieri ci sarebbe stato un vero e proprio disastro. Siamo molto vicini ai due infermieri che hanno tutta la nostra solidarietà”.

Contents.media
Ultima ora