×

Dino Petralia è il nuovo capo del Dap: chi è l’uomo scelto da Bonafede

Toga antimafia da sempre, Dino Petralia sarà il prossimo capo del Dap dopo le dimissioni di Basentini: chi è.

Dino Petralia chi è

Alfonso Bonafede ha individuato nella figura di Dino Petralia il prossimo capo del Dap, il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria: vediamo chi è il magistrato che avrà come vice l’ex pm antimafia Roberto Tartaglia.

Chi è Dino Petralia

Petralia ha interamente speso la sua carriera nella lotta per la giustizia e contro la mafia, e non è un caso che il Ministro della Giustizia abbia scelto proprio lui dopo le polemiche sorte a seguito della scarcerazione di alcuni boss mafiosi. Il suo lavoro di magistrato ha avuto inizio a Trapani nella cui procura ha lavorato con Giacomo Ciaccio Montalto, poi ucciso dalla mafia.

Nel 1985 si è poi trasferito a Sciacca dove istruisce il primo processo contro le cosche mafiose e in cui utilizza i pentiti storici di Cosa nostra, da Tommaso Buscetta a Totuccio Contorno a Pietro Calderone.

Cinque anni dopo è passato al tribunale di Marsala come giudice, prima civile e poi penale, dove ha presieduto il collegio dei primi processi di mafia celebrati con il nuovo codice.

Nel 1996 ha svolto l’incarico di procuratore di Sciacca e dieci anni dopo è stato nominato come membro del Consiglio Superiore della Magistratura. Nel 2017 ottiene il ruolo di procuratore generale a Reggio Calabria e nel 2019, ad un passo dal sostituire Armando Spataro come procuratore di Torino, si è ritirato dalla candidatura.

Questo perché il suo nome comparve nelle carte del caso Palamara e si scoprì che tanto lui quanto Cosimo Maria Ferri e Luca Lotti si erano schierati, a sua insaputa, a suo favore.

Le dimissioni di Basentini

La sua nomina a capo del Dap giunge dopo le dimissioni di Francesco Basentini. Costui aveva abbandonato l’incarico a seguito della scarcerazione di diversi boss mafiosi che hanno ottenuto gli arresti domiciliari per il rischio di contrarre il coronavirus.

Il titolare della Giustizia ha così presentato Petralia: “In attesa della risposta del Csm (che deve autorizzare il suo fuori ruolo, ndr.) posso solo dire che si tratta di un magistrato che ha speso la sua vita per la giustizia e la lotta alla mafia“.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora