×

Fase 2, Bari come Milano: i cittadini si riversano sul lungomare

Non è solo sui Navigli milanesi che i cittadini hanno deciso di recarsi con l'inizio della Fase 2. A Bari decine di persone hanno invaso il lungomare.

fase-2-bari

Con l’inizio della Fase 2 sta diventando sempre più vero – almeno in Italia il proverbio “tutto il mondo è paese”, dato che così come a Milano nelle immagini che mostravano i Navigli affollati di persone anche a Bari decine di cittadini hanno deciso di riversarsi sul lungomare per godersi i primi scampoli di sole di questa stagione in occasione della festa patronale di San Nicola.

Le immagini scattate dal quotidiano La Repubblica sono però abbastanza eloquenti e mostrano come nonostante l’emergenza sanitaria sia ancora in corso, molte persone sembrano prendere ancora con eccessiva leggerezza il rischio di contagio da coronavirus.

Fase 2, folla sul lungomare di Bari

Nelle fotografie pubblicate da Repubblica sul suo sito web è possibile notare un gran numero di persone passeggiare tranquillamente sul lungomare rispettando in maniera molto relativa (per usare un eufemismo) le distanza di sicurezza previste dalle norme anti coronavirus. Anche le mascherine vengono utilizzate con modalità a dir poco naif, chi indossandola correttamente, chi mettendosela sul mento per poter conversare meglio e chi invece lasciandola direttamente a casa.

Uno scenario non dissimile da quello registrato nella giornata del 7 maggio sui Navigli milanesi e che ha scatenato la dura reprimenda del sindaco meneghino Beppe Sala, il quale nella serata di venerdì 8 si è personalmente recato in zona per assicurarsi che i suoi concittadini avessero finalmente imparato la lezione.

Il commento del sindaco Decaro

Gli assembramenti registrati in queste ultime ore sono stati commentati duramente dal sindaco di Bari Antonio Decaro, che in un videomessaggio ha chiesto ai suoi concittadini di impegnarsi per meritarsi la sua fiducia: “Io ho dovuto mandare i carabinieri in alcune piazze della città a fare delle sanzioni, non possiamo stare tutti insieme, seduti sulle panchine, dobbiamo utilizzare la mascherina come fosse una cintura di sicurezza o un casco che prima non usava nessuno. […] Il virus non se n’è andato, sta qui e ci difendiamo se manteniamo la distanze e ci mettiamo la mascherina. Se dobbiamo uscire tutti i giorni e a tutte le ore, la città non riesce nelle aree a disposizione a contenere 320mila persone”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Gabriel Piva
9 Maggio 2020 15:38

Mi piace molto il vostro sindaco.
Da Milano


Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora