×

Fase 2 a Milano, Navigli ora deserti: Beppe Sala ringrazia i cittadini

Soddisfatto nel trovare i Navigli sgombri, il sindaco di Milano Beppe Sala ha ringraziato i cittadini per aver rispettato le norme della Fase 2.

sala2 e1588958600285 768x520

A seguito del video divenuto virale nella giornata del 7 maggio, in cui venivano mostrate decine di persone riversatesi nei Navigli di Milano con l’inizio della Fase 2, il sindaco Beppe Sala ha deciso di intervenire in prima persona al fine di risolvere la situazione.

Dopo un accorato annuncio effettuato nella mattinata di venerdì, il primo cittadino si è infatti recato personalmente sui Navigli accompagnato dalla Polizia municipale, immortalando la zona della movida ora sgombra di persone e ringraziando i cittadini milanesi per aver ascoltato le sue parole: “Navigli ora, meglio. Grazie. E io mi prendo la responsabilità di fare di più sui controlli”.

Fase 2 a Milano, Navigli ora deserti

Visualizza questo post su Instagram

Navigli ora, meglio. Grazie. E io mi prendo la responsabilità di fare di più sui controlli.

Un post condiviso da Beppe Sala (@beppesala) in data: 8 Mag 2020 alle ore 10:18 PDT

In queste ultime era infatti esplosa la polemica mediatica a seguito di un video pubblicato da La Repubblica in cui era possibile vedere numerose persone passeggiare tranquillamente nella zona dei Navigli e della Darsena senza rispettare la distanza di sicurezza e senza indossare i dispositivi di protezione individuale come le mascherine chirurgiche.

LEGGI ANCHE: Fase 2: Sala, ‘Milano deve riaprire, sto con chi lavora non con chi si diverte’

Immagini che hanno in pochi minuti scalfito l’immagine della Milano efficiente e ligia alle regole, per presentare agli occhi dell’opinione pubblica quella di una città pronta all’evasione non appena le restrizioni vengono allentate dalle autorità.

A questo proposito, nella mattinata dell’8 maggio il sindaco Beppe Sala aveva pubblicato un videomessaggio in cui rimproverava i suoi concittadini, dicendosi pronto a chiudere la zona del Navigli se scenari come quelli di giovedì sera si fossero presentati nuovamente: “O le cose cambiano oggi, o io domani come al solito sarò qui a Palazzo Marino e prenderò provvedimenti, chiudo i Navigli e chiudo l’asporto.

Contents.media
Ultima ora