×

Zingaretti: “Nel Lazio 300mila test sierologici dall’11 maggio”

Condividi su Facebook

Zingaretti: "300mila test sierologici per verificare la diffusione del coronavirus nel Lazio".

Zingaretti test sierologici lazio

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha annunciato come la regione da lui amministrata si muoverà in questa fase 2 dellemergenza coronavirus per tracciare e controllare quanto meglio la diffusione del contagio. Ecco dunque che da lunedì 11 maggio nel Lazio inizierà un piano che porterà a 300mila test sierologici.

“Da lunedì – ha spiegato Zingaretti – inizia una nuova fase nello sviluppo delle strategie di contrasto al coronavirus con una indagine attraverso i test sierologici che servirà per aprire una stagione in sicurezza”. Sarà la più grande indagine di sieroprevalenza mai condotta in Italia con i test che coinvolgeranno personale sanitario, appartenenti alle forze dell’ordine, ospiti e dipendenti delle Rsa su base volontaria e con il consenso informato per comprendere come il virus è circolato nelle comunità.

I primi ad essere sottoposti alle analisi saranno i militari della Guardia di Finanza.

Zingaretti: “300mila test sierologici nel Lazio”

L’assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato, ha affermato che “questo test è rivolto ai soggetti maggiormente esposti nella battaglia contro il Covid: riguarderà tutti gli operatori sanitari compresi i medici di medicina generale, i pediatri, i medici specialisti, i farmacisti e gli operatori delle strutture private accreditate.

Riguarderà anche i soggetti che si occupano della pulizia, dei servizi, anche esternalizzati, gli operatori delle Rsa che è una platea di oltre 100mila operatori”. “I test – ha aggiunto D’Amato – avverranno sulla base di un’adesione individuale e volontaria con consenso informato e vi è un tracciamento e raccolta dati e l’Istituto Spallanzani sarà il garante di tutte le procedure”. È però importante sottolineare che i test sierologici non daranno un patente di immunità, ma consentiranno di raccogliere dati molto importanti che confluiranno in una banca dati per il contrasto e la prevenzione della pandemia.

Per D’Amato i test serviranno ad avere la conferma che “ il tasso di circolazione del virus nella nostra regione è attorno al 3% e per gli asintomatici la conferma della stima all’1%“.

La situazione nel Lazio

I numeri del Lazio in merito all’emergenza coronavirus ad oggi, 9 maggio, sono di 7.086 casi totali, 549 morti e 2.209 guariti.

Sono attualmente positive 4.328 persone, 1.278 sono ricoverate fuori dalla terapia intansiva e 84 in terapia intensiva. In isolamento domiciliare sono invece in 2.966. All’Istituto Spallanzani, che per primo in Italia aveva ospitato la coppia di cinesi positiva al coronavirus, ha 80 pazienti positivi, 10 con supporto respiratorio. Altri 44 pazienti sono sottoposti a indagini. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 417.

Nato a Latina il 23/03/1991, é laureato in Economia e Marketing presso l'Università La Sapienza di Roma. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con diverse testate tra cui TGcom24 e IlGiornaleOff. Lavora come speaker a Radio Rock.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina il 23/03/1991, é laureato in Economia e Marketing presso l'Università La Sapienza di Roma. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con diverse testate tra cui TGcom24 e IlGiornaleOff. Lavora come speaker a Radio Rock.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.