×

Fase 2, le regole per bar e ristoranti dal 18 maggio

Le regole che bar e ristoranti dovranno seguire da lunedì 18 maggio per garantire la sicurezza dei clienti.

Fase 2 regole bar ristoranti

Nella serata del 15 maggio, il governo e le regioni hanno trovato un accordo in merito alla riapertura delle attività da lunedì 18 maggio. È l’esecutivo a dettare delle linee guida stabilite dal comitato tecnico scientifico e dall’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (Inail), con le regioni che possono leggermente modificare le direttive in base alle caratteristiche di ogni singolo territorio.

A riaprire saranno anche bar e ristornati e, più in generale, ogni tipo di esercizio di somministrazione di pasti e bevande. Ma quali saranno le regole da seguire nei bar e nei ristoranti dal 18 maggio?

Le regole per bar e ristoranti

Il nuovo protocollo per bar e ristoranti prevede che all’ingresso dell’esercizio commerciale possa essere misurata la febbre e, se superiore a 37,5, il proprietario sarà autorizzato ad allontanare il cliente. A disposizione di quest’ultimi, così come del personale, dovranno essere messi prodotti igienizzanti da collocarsi all’entrata, vicino ai bagni e in quanti più punti possibili nel locale.

Il numero di ingressi sarà contingentato e mai e poi mai all’interno dovranno esserci più persone rispetto ai posti a sedere a disposizione. Necessaria la distanza di un metro tra i clienti che saranno chiamati ad indossare sempre la mascherina quando non sono seduti al tavolo. Preferita la prenotazione per aiutare i proprietari a regalare il flusso d’ingresso. Inoltre, i ristoratori potranno tenere l’elenco di chi ha prenotato per 14 giorni, in modo da poter rintracciare eventuali persone entrate in contatto con un positivo.

In merito al distanziamento sociale di almeno un metro va detto che questo potrà ridursi nel caso di famiglie e conviventi che cenano allo stesso tavolo del ristorante. La distanza tra i clienti si può inoltre ridurre solamente se vengono installate barriere fisiche di separazione. La consumazione al banco può avvenire solamente se si rispetta la distanza di almeno un metro tra i clienti. Vengono vietati i buffet.

Il personale di bar e ristoranti

Il personale che entra in contatto con il cliente deve sempre indossare la mascherina e deve ricorrere a una frequente igiene delle mani con il gel da usare prima di ogni servizio al tavolo. Bisogna favorire il ricambio dell’aria in ambienti interni ed escludere sempre il ricircolo dell’aria per gli impianti di condizionamento. Alla cassa si dovrebbero installare, dove possibile, barriere fisiche. Altrimenti il personale deve indossare mascherine e avere a disposizione il gel. Bisogna favorire sempre i pagamenti elettronici, meglio se al tavolo. Al termine del servizio bisogna disinfettare le superfici, evitando di usare oggetti non monouso come saliere e oliere. Si invita a evitare il menu cartaceo, preferendo quelli da consultare online. Oppure utilizzare una stampa plastificata e che quindi si può disinfettare. Altra possibilità è quella dei menu monouso, da buttare dopo il singolo utilizzo del cliente.

Contents.media
Ultima ora