×

Fase 2, a Bergamo gente in giro senza la mascherina: è polemica

Condividi su Facebook

Dopo le immagini della gente in giro per Bergamo senza la mascherina, il sindaco Gori non ci sta e invita alla massima prudenza in piena Fase 2.

Bergamo, in Città Alta senza la mascherina

Non si è placata la polemica sul bagno di folla ai Navigli di Milano nel primo weekend di maggio, che anche Bergamo è finita sotto i riflettori dopo che molta gente è stata ripresa in giro senza mascherina e guanti alla vigilia della seconda tranche della Fase 2.

Le foto hanno fatto il giro dei social e hanno indispettito anche il sindaco della città, Giorgio Gori.

Bergamo: in giro senza la mascherina nella Fase 2

Alla vigilia del 18 maggio, giorno d’inizio della seconda tranche della Fase 2, ha colpito in tanti vedere la Città Alta di Bergamo colma di gente senza dispositivi di protezione individuale, come guanti e mascherine.

Non sono mancate le polemiche, anche perché la Città Alta è nota per il suo caratteristico dedalo di vicoli stretti, dove rispettare la distanza di sicurezza è difficile. La mascherina, pertanto, assicura una protezione per nulla secondaria a eventuali contagi.

Gente in giro: la reazione del sindaco Gori

Dopo le immagini diffuse sui social, il commento del sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, non è tardato ad arrivare: “Non basta invocare i controlli: se anche avessimo il triplo degli agenti di polizia locale non potremmo essere dappertutto a controllare tutti. E comunque non li abbiamo. Li faremo i controlli, ma sta innanzitutto a noi” ha scritto su Facebook, richiamando alla responsabilità di ciascuno.

Un punto sottolineato anche dal premier Conte a più riprese. “E mentre stamattina (ieri 17 maggio, ndr), dopo una passeggiata sui Colli, ero tornato a casa rinfrancato, non avevo incontrato una sola persona senza mascherina, le immagini del pomeriggio, di Città Alta e di Largo Rezzara, mi hanno preoccupato e fatto arrabbiare. Non sono bastati centinaia morti nella nostra città? Vogliamo ritrovarci tra un mese di nuovo nei guai?! Ve lo chiedo di nuovo: per piacere, metteteci serietà, impegno e rigore” ha aggiunto Gori.


Bergamo, la Fase 2 e il rischio lockdown

La provincia di Bergamo è stata fra le più colpite dalla pandemia di Covid-19, e in tanti hanno lanciato un appello per restare prudenti nonostante il punto critico superato: “ contagi diminuiscono. Ma non vanifichiamo i sacrifici di queste settimanescriveva i primi di aprile la conduttrice Cristina Parodi, moglie del sindaco Gori. Oggi l’appello delle istituzioni e di tanti cittadini continua: restare in casa e mantenere le norme di distanziamento sociale è l’unica soluzione per circoscrivere i nuovi contagi ed evitare, in tempi brevi, il ritorno a un nuovo, drammatico lockdown.

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo, conseguendo un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso instancabile, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Marco Grieco

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo, conseguendo un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso instancabile, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.