×

Infrazioni e poca vigilanza: chiuso nuovamente il Bosco di Capodimonte

Condividi su Facebook

L'annuncio dalla direzione, chiuso nuovamente per assembramenti e infrazioni il Bosco di Capodimonte.

Chiuso nuovamente
Chiuso il Bosco di Capodimonte

Chiuso nuovamente dopo neppure una settimana il Bosco di Capodimonte. Il direttore Sylvain Bellenger ha spiegato al Mattino: “Le infrazioni rilevate nei giorni scorsi sono state numerose e l’assenza di accordo con le parti sociali in ordine all’affiancamento della vigilanza ministeriale con personale di vigilanza privata all’interno Bosco, ma solo alle Porte di accesso, hanno portato a questo”.

Chiuso nuovamente il Bosco di Capodimonte

Consapevoli che il rischio contagio da Covid-19 non è affatto superato e che la fase 2 è la più delicata – hanno precisato in una nota dalla direzione del parco e del museo – abbiamo messo in campo specifiche misure tese a mitigare il rischio del contagio con percorsi differenziati per chi svolge le diverse attività nel parco”.

Continuano nel comunicato: “Abbiamo invitato tutti a tenere comportamenti responsabili e a osservare le regole sanitarie di contenimento del contagio da Covid-19, ma le numerose infrazioni rilevate nei giorni scorsi e l’assenza di accordo con le parti sociali in ordine all’affiancamento della vigilanza ministeriale con personale di vigilanza privata all’interno Bosco, ma solo alle Porte di accesso, hanno costretto la Direzione a richiudere il Real Bosco di Capodimonte”.


Non è della stessa linea però il sindaco di Napoli Luigi de Magistris: “La chiusura del Bosco di Capodimonte è un atto gravissimo.

Un parco di 120 ettari, con spazi enormi, il più grande d’Italia. La mancanza di coraggio sta corrodendo il Paese. La chiusura del parco va contro le disposizioni a tutela della salute che auspicano l’aumento degli spazi pubblici in cui le persone si possono muovere. Chiedo al direttore Bellenger di riaprire immediatamente il Bosco di Capodimonte al fine di non procurare un danno alla salute per gli abitanti di Napoli”.

Nato a Milano nel 1999, si è diplomato in informatica e telecomunicazioni, studia scienze internazionali e istituzioni europee all'Università degli Studi di Milano. Collabora con Notizie.it e Il Giorno.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Federico Dedori

Nato a Milano nel 1999, si è diplomato in informatica e telecomunicazioni, studia scienze internazionali e istituzioni europee all'Università degli Studi di Milano. Collabora con Notizie.it e Il Giorno.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.