×

Movida a Napoli, aggrediti due agenti

Condividi su Facebook

Due agenti di pattuglia al Vomero (Napoli) sono stati aggrediti da un uomo con calci e pugni. Rafforzati i controlli sul territorio.

movida napoli agenti vomero
movida napoli agenti vomero

Nel quartiere del Vomero, zona affollata di Napoli per via della movida, due agenti della polizia sono stati aggrediti con calci e pugni da un uomo di 35 anni. Da venerdì 22 maggio la situazione è diventata insostenibile nella città partenopea, tanto da dover costringere la regione a rafforzare i controlli soprattutto nel weekend, impiegando oltre 300 agenti sparsi in tutta la città per controlli a tappeto.

Movida a Napoli, due agenti aggrediti

La movida scatenata dalla fine del lockdown è diventata insostenibile a Napoli, dove due agenti di pattuglia sono stati aggrediti da un 35enne nel quartiere del Vomero, meta prediletta per giovani e non soprattutto nel weekend, dopo che gli agenti gli avevano chiesto dei documenti.

I primi segnali di incontrollabile euforia da parte dei napoletani sono arrivati venerdì 22 maggio, quando la municipale ha iniziato a preoccuparsi di fronte alle orde di riders e comitive di ragazzi di fronte ai locali da piazza Vanvitelli ad Aniello Falcone, senza mascherine e ignari delle misure di distanziamento sociale.

Controlli di massa

Nella serata di sabato 23 maggio, per fronteggiare il ritorno della movida nelle zone calde come lo stesso Vomero, polizia locale e carabinieri hanno unito le forze, irrobustendo i controlli su tutta la città. In totale sono stati 308 uomini ingaggiati per presidiare l’intero territorio della movida.

475 esercizi commerciali controllati per l’obbligo di sanificazione o deroghe per aumento dei prezzi e dell’orario di apertura.

Preoccupante il bilancio delle prime ore: 1794 le persone identificate, delle quali quasi 600 a bordo di moto o veicoli, irrispettosi delle misure di sicurezza previste in tema di coronavirus.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.