×

Allarme del Banco Alimentare: “10 milioni di italiani saranno poveri”

Condividi su Facebook

Giovanni Bruno evidenzia uno degli effetti collaterali dell'emergenza Coronavirus: "Aumenterà la povertà".

coronavirus-poveri-italia
Coronavirus, poveri in Italia in aumento a causa della crisi economica

Uno dei drammi del Coronavirus sarà l’aumento del numero di poveri in Italia. Ne è certo Giovanni Russo, presidente della fondazione Banco Alimentare, che a La Stampa rivela le stime effettuate: “Nei prossimi mesi saranno dieci milioni di italiani in stato di povertà“.

Il Banco Alimentare, numeri alla mano, ha visto incrementare le richieste di aiuti alimentari del 40% in tutta Italia, soprattutto al Mezzogiorno ove si sono registrati picchi del 70%. “Prima ne distribuivano 1,5 milioni, adesso almeno 800 mila in più”.

E secondo Giovanni Bruno, presidente del Banco Alimentare, la situazione rischia di peggiorare ancor di più: “Dal 2008 al 2016 il numero dei poveri è raddoppiato per poi assestarsi intorno ai cinque milioni adesso con la pandemia potrebbero raddoppiare nel giro di sette mesi”.

Il Coronavirus aumenta il numero di poveri in Italia

Coloro i quali rientrano nella cerchia de ‘i nuovi poveri’, a causa del Coronavirus, sono persone insospettabili che fino a febbraio non pensavano mai di dover ricorrere ad aiuti terzi.

“Persone che fino a febbraio pensavano di non avere bisogno di aiuto – spiega Bruno – e che poi si sono ritrovati in coda al banco dei pegni. E lì abbiamo capito le dimensioni di questa crisi”. Anche perché: “Chi riceve cibo gratis può usare i risparmi per pagare le bollette e altre spese, ma non tutti hanno messo da parte dei soldi e la crisi si aggraverà dopo l’estate visto che la maggior parte delle vittime sono persone anziane che spesso contribuivano al sostegno di figli e nipoti”.



La situazione lavorativa in Italia sta precipitando: “Collaboratori domestici, migliaia di stagionali, che non avevano ancora lavorato e che dovranno fare i conti con una stagione turistica mai avviata. E poi ci sono gli impiegati che hanno perso il posto e gli autonomi senza partita Iva.

E che dire dei 3 milioni di lavoratori con contratti in nero?”. Così l’Italia si troverà a fronteggiare un esercito di poveri. Effetti del Coronavirus…

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.