×

Coronavirus, zero decessi in Lombardia il 24 maggio? Brescia smentisce

Condividi su Facebook

Il numero di "zero decessi" in Lombardia il 24 maggio è diventato un caso. L'Ats di Brescia smentisce registrando due morti. Perché due dati diversi?

coronavirus lombardia

È diventato un caso il dato di zero decessi in Lombardia registrati nel bilancio del 24 maggio, perché l’Ats di Brescia lo ha smentito. In quella stessa giornata, l’Ats del capoluogo lombardo registrava ufficialmente due decessi a causa del coronavirus.

Zero decessi in Lombardia, i dati Brescia

Perché i dati non tornano? Dopo aver fornito il bollettino giornaliero, era stata la stessa Regione Lombardia a mettere le mani davanti. Dal Pirellone hanno specificato che non erano pervenute segnalazioni. Il sospetto era tangibile: se il giorno prima i decessi in Lombardia erano stati 56, com’era possibile un azzeramento in 24 ore? Il Giornale di Brescia ha, poi, dato una smentita, pubblicando due decessi registrati dall’Ats bresciana: uno in ospedale, un altro in una RSA.

L’errore, dunque, sarebbe imputabile a un ritardo nella trasmissione dei dati.

Zero decessi? Fontana cauto

Aveva espresso riserve sul dato anche il governatore della Lombardia, Attilio Fontana: “Zero decessi è un dato che va preso con le pinzeaveva affermato Fontana. Questo perché la domenica, come tutte le festività, è un giorno in cui la comunicazione non è sempre precisa e perfetta, e a volte i dati arrivano in ritardo: “È sicuramente molto positivo come dato, però non illudiamoci che sia finita“.

Bisogna quindi restare prudenti e attendere. Resta però rassicurante il numero dei nuovi contagiati: solo 285 casi in più” aveva dichiarato il governatore lombardo.


Per l’ATS di Brescia, i dati sono discrepanti anche per quanto riguarda i contagi del 25 maggio.

Secondo l’ente locale, i nuovi contagi nella provincia sarebbero stati cinquanta, ma nel bollettino della Regione ne erano attestati solo tre.

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo. Ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Marco Grieco

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo. Ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.