×

Allergene non dichiarato in etichetta, cereali con cioccolato ritirati

Condividi su Facebook

Cereali con cioccolato ritirati? Sì, se l'allergene non è dichiarato in etichetta. Il caso dei Multigrain.

Cereali ritirati per allergene non indicato

Dagli scaffali di tutti i supermercati sono stati ritirati i lotti di alcuni tipi di cereali per un allergene non dichiarato in etichetta. Lo ha reso noto il Ministero della Salute con un annuncio. Si tratta delle confezioni da 375 grammi di Multigrain di riso e frumento integrale della Despar Vital.

Secondo quanto riportato dal Ministero, nella confezione c’è un ingrediente non indicato in etichetta, con relativo allergene.

Cereali ritirati per allergene non dichiarato: quali?

Con un documento ministeriale, si è provveduto al ritiro del lotto di Multigrain per un’erronea etichetta.

Sulla confezione c’è scritto Multigrain di riso e frumento integrale, ma la confezione da 375 grammi contiene altro. Nei lotti c’è sì il Multigrain, ma con cioccolato fondente. Come sa chi è sensibile agli allergeni, il cioccolato fondente contiene lecitina di soia: “Un pericolo per la salute dei soggetti intolleranti” recita il documento. Il Ministero specifica che il lotto in questione è la confezione da 375 grammi limitatamente alla data di scadenza indicata (16/10/2021) e invita i consumatori a riportarlo al punto vendita.

Il caso dei ceci ritirati

Poco tempo fa, era stata la volta di alcuni lotti di ceci del marchio Alnatura, ritirati dai supermercati per la possibile presenza di frammenti di vetro. Lo aveva reso noto la stessa azienda, che aveva pregato i clienti di non mangiare i legumi in questione e a riconsegnarli al punto vendita, provvedendo al rimborso.

Dall’allergene all’alimento contaminato

Non si è trattato di etichetta poco precisa il caso di alcuni lotti dell’azionda Rio Mare destinati a Malta. A gennaio scorso, erano stati ritirati dal mercato a causa della possibile presenza di frammenti di plastica blu nelle scatolette. La Bolton Group, che aveva subito diramato l’allarme, specificando che interessava esclusivamente la filiera maltese

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo. Ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Marco Grieco

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo. Ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.