×

Coronavirus, dall’Iss ok a viaggi tra regioni: “Si raccomanda cautela”

Condividi su Facebook

Definendo sotto controllo la pandemia di coronavirus in Italia, l'Iss dà il via libera alla decisione del governo sugli spostamenti tra regioni.

coronavirus-regioni

Nella giornata del 29 maggio l’Istituto Superiore di Sanità ha diramato i risultati del monitoraggio degli indicatori per la Fase 2 effettuato la scorsa settimana, evidenziando come ormai la pandemia di coronavirus sia sotto controllo nel nostro Paese e dando implicitamente il via libera agli spostamenti tra le regioni.

Al momento però la decisione finale sulle riaperture dei confini regionali spetta al governo, che nei prossimi giorni dovrà incontrarsi con i vari presidenti di regione per decidere se tenere valida la data del 3 giugno o invece posticipare di un’altra settimana come invece ipotizzato da alcuni.

Coronavirus, da Iss ok a viaggi tra regioni

Nel resoconto finale del monitoraggio, effettuato tra il 18 e il 24 maggio, l’Iss ribadisce perà come sia necessaria ancora prudenza per evitare una recrudescenza dell’emergenza sanitaria: “Si raccomanda cautela specialmente nel momento in cui dovesse aumentare il movimento di persone sul territorio nazionale. L’incidenza dei contagi tuttavia: “Rimane molto eterogenea nel territorio nazionale. In alcune Regioni il numero di casi è ancora elevato denotando una situazione complessa ma in fase di controllo.

In altre il numero di casi è molto limitato.

Una certa soddisfazione è stata espressa anche per quanto riguarda le misure di lockdown adottate dal governo, che per l’Iss:Hanno effettivamente permesso un controllo dell’infezione da COVID19 sul territorio nazionale pur in un contesto di persistente trasmissione diffusa del virus con incidenza molto diversa nelle 21 Regioni. La situazione attuale, relativa all’inizio della prima fase di transizione, è complessivamente positiva”.


Il commento di Brusaferro

Nel corso dell’audizione avvenuta in giornata presso la commissione Bilancio della Camera dei Deputati, il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro aveva confermato i dati positivi raccolti negli ultimi giorni e condiviso le aspettative positive in merito alla questione riaperture: “Abbiamo superato la curva di picco dell’infezione, siamo nella parte di discesa e in una fase di controllo della situazione, ma richiede un’attenzione particolare”.

Per quanto riguarda invece la questione della temuta seconda ondata della pandemia, Brusaferro ha specificato: “Per gli scenari che immaginiamo, in autunno, una patologia come il Sars-cov-2, che è trasmessa da droplet, si può maggiormente diffondere e si può confondere con altre sintomatologie di tipo respiratorio. […] La famosa ipotesi della seconda ondata è collegata a questo, che, dal punto di vista tecnico scientifico è un dato obiettivo”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

4
Scrivi un commento

1000
4 Discussioni
0 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
1 Commentatori
più recenti più vecchi
lo scrittore non ruba sui conti correnti

dante testimone

molestatori cell e passeggi

dente?

molestatori cell e passeggi

di nuovo

ore 13.45 scatòò e cell

riso amaro


Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.