×

Covid, a San Giovanni Bianco 1 su 3 positivo al sierologico

Condividi su Facebook

In provincia di Bergamo test di massa attraverso il sierologico: i dati.

coronavirus-san-giovanni-bianco
Coronavirus, a San Giovanni Bianco 1 residente su 3 è positivo al sierologico

Test di massa e un’amara conferma: a San Giovanni Bianco, provincia di Bergamo, 1 residente su 3 risulta esser entrato in contatto con il Coronavirus. Il comune della bergamasca conta circa 4.800 abitanti di cui 1.441 maggiorenni che hanno aderito alla campagna promossa del Comune sottoponendosi al test sierologico per scoprire se sono positivi al Covid.

E i numeri statistici potrebbero aumentare nei prossimi giorni poiché ancora altri 400 residenti di San Giovanni Bianco si sottoporranno al test sierologico. Già i risultati bastano per farsi un’idea di quanto sia stato imponente il Coronavirus nella zona della Val Brembana: numeri alla mano, il 37% degli abitanti che hanno fatto il test è risultato positivo.

Coronavirus a San Giovanni Bianco

Nessuna sorpresa per il primo cittadino di San Giovanni Bianco, provincia di Bergamo. “È un dato che ci aspettavamo visto l’elevato numero di decessi che abbiamo avuto” è il commento di Marco Milesi. Dal 25 maggio è possibile sottoporsi al test sierologico, mentre dal 3 giugno chi risulta positivo a quest’ultimi deve effettuare anche il tampone.

Per questi serve un contributo del cittadino pari a 40€, mentre il Comune abbonerà 50€ per arrivare al costo complessivo di 90€.

Il sindaco di San Giovanni Bianco spiega anche come: “La positività è pari al 37%, l’età media dei positivi è di 54 anni, il 44% è un lavoratore e il 70% dei positivi ha indicato di avere avuto sintomi”. E in un post su Facebook, Marco Milesi ringrazia chi ha contribuito all’iniziativa: “Questo rende cosciente ognuno rispetto ai comportamenti che deve tenere.

Perché Conoscere la situazione aiuta a comportarsi in modo più sicuro”.

Le paure del sindaco

Ma ci sono problemi relativi al futuro del Comune bergamasco. Per esempio, Marco Milesi si sofferma sul capitolo scuola: “Stiamo rivedendo le aule della primaria allargandole dove è possibile, ma a preoccuparmi è soprattutto il trasporto scolastico. Noi abbiamo 4.800 abitanti ma su un territorio vasto con 54 km di strade comunali e già oggi è difficile garantirlo”.

Inoltre, persiste il problema relativo al distanziamento sociale. Ed è per questo che il sindaco di San Giovanni Bianco spera che si riesca a trovare una soluzione: “Dal punto di vista sanitario perché rivedere tutti gli spazi dal punto di vista socio-economico è insostenibile”.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.