×

Giulio Regeni, la Commissione d’inchiesta chiede di sentire Conte

Conte verrà ascoltato dalla Commissione d'inchiesta sulla morte di Giulio Regeni alla luce delle relazioni bilaterali italo-egiziane.

Giulio Regeni Commissione d'inchiesta Conte

La Commissione d’inchiesta che indaga sul caso di Giulio Regeni, il giovane ricercatore italiano ucciso in Egitto tra il 25 gennaio e il 3 febbraio 2016 e sulla cui morte a 4 anni di distanza ci sono ancora molto dubbi da chiarire, ha chiesto di sentire “urgentemente” il presidente del Consiglio Giuseppe Conte “alla luce degli ultimi rilevanti sviluppi in ordine alle relazioni bilaterali italo-egiziane”.

Il presidente della Commissione, Erasmo Palazzotto, ha sottolineato come l’audizione di Conte sia “preliminare, sotto il profilo politico ed istituzionale, al proseguimento di ogni altra attività d’indagine”.

Regeni, la Commissione convoca Conte

Nella nota diffusa da Palazzotto di legge inoltre che l’ufficio di Presidenza, integrato dai rappresentanti dei gruppi della Commissione parlamentare d’inchiesta sulla morte di Giulio Regeni, “ha deliberato all’unanimità di procedere ad audire urgentemente il Presidente del Consiglio dei Ministri Conte, anche in relazione alla sua recente interlocuzione diretta con il Presidente della Repubblica Araba d’Egitto Abdel Fattah Al-Sisi“.

“L’Ufficio di presidenza riunitosi in via straordinaria in data odierna, cancellando l’audizione già programmata, ha altresì concordato – prosegue il presidente Palazzotto – di considerare l’audizione del Presidente del Consiglio dei Ministri preliminare, sotto il profilo politico ed istituzionale, al proseguimento di ogni altra attività di indagine”. Oggi cosi come ogni giorno da 4 anni a questa parte è che si arrivi finalmente a raggiungere la tanta invocata “Verità per Giulio Regeni”.

Contents.media
Ultima ora