×

Femminicidio a Torino, l’ex marito: “Non potevo sopportare il distacco”

Condividi su Facebook

Ennesimo caso di femminicidio, questa volta a Torino, dove un uomo ha ucciso l'ex moglie a colpi di pistola e ferito gravemente la figlia di 29 anni.

Femminicidio_Torino_pistola
L'abitazione dove si è svolto il femminicidio a Torino: un uomo ha ucciso l'ex moglie a colpi di pistola

Sarebbe la gelosia il movente del femmincidio consumatori a Volvera, in provincia di Torino: questo è quanto emerso dalla confessione di Nicola Cirillo, pensionato 58enne che ha sparato e ucciso l’ex moglie, ferendo gravemente anche la figlia.

Uccisa con una pistola: femminicidio a Torino

Nicola Cirillo, pensionato di 58 anni ed ex camionista della Cidiu, società di servizi per l’ambiente, ha ucciso ieri, mercoledì 10 giugno, la ex moglie Cristina Messina, 54 anni, sul balcone di quest’ultima. Il delitto è stato commesso a Volvera, un comune di Torino, in un condominio di case popolari abitato da quasi duemila persone.

Il matrimonio tra Nicola e Cristina

Il rapporto tra Nicola e Cristina si era interrotto nel 2016 in modo molto grave, con la donna costretta a chiamare i carabinieri in seguito alle ripetute minacce da parte dell’ex marito.

Di conseguenza, la donna ha lasciato la casa, trasferendosi però a poche decine di metri da quella precedente. Tale decisione ha infine portato a rivedere molto spesso il suo ex marito.

In questi anni, l’uomo ha ripetutamente insistito affinché la loro relazione riprendesse. Ed è il motivo per cui ha ucciso l’ex moglie. Dopo essere stato rifiutato, Cirillo ha sparato alla figlia che era seduta in soggiorno e quando la madre è uscita sul balcone per chiedere aiuto, lui l’ha seguita, sparandole alla testa.

La confessione dell’uomo

Dopo esser fuggito a bordo della sua Ford Fusion, Cirillo si è consegnato ai carabinieri. Il pubblico ministero ha interrogato Cirillo per quasi tre ore, dopo che l’uomo ha confessato l’omicidio. “Ho sparato per gelosia. Ieri non sono andato più per parlare con Cristina ma per uccidere. Il suo distacco, la sua determinazione a non voler tornare con me mi rodeva dentro“.

Nato il 13 Marzo 1991 a Milano, città dove tuttora risiede. Laureato in Scienze dei Beni Culturali presso l’Università degli Studi di Milano con una tesi sul teatro indiano. Lavora come Ufficio Stampa e Digital PR per la Compagnia Teatrale PianoinBilico. Scrive racconti (il suo libro, “Il tempo è il binario di un tram” è prossimamente in uscita) ed è un inguaribile curioso.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Federico Riccardo

Nato il 13 Marzo 1991 a Milano, città dove tuttora risiede. Laureato in Scienze dei Beni Culturali presso l’Università degli Studi di Milano con una tesi sul teatro indiano. Lavora come Ufficio Stampa e Digital PR per la Compagnia Teatrale PianoinBilico. Scrive racconti (il suo libro, “Il tempo è il binario di un tram” è prossimamente in uscita) ed è un inguaribile curioso.

Leggi anche

Contents.media