×

Emilia Romagna, l’ordinanza di Bonaccini: sì a fiere e discoteche

In Emilia Romagna il governatore Stefano Bonaccini ha firmato una nuova ordinanza per la ripartenza di altre attività.

emilia romagna bonaccini discoteche

Nuova ordinanza del governatore dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini: riprendono le fiere, le sagre e le discoteche all’aperto. Il presidente della Regione ha firmato il provvedimento che di fatto contiene le nuove linee guida per la ripartenza. L’ordinanza contiene non solo le indicazioni su cosa riaprirà tra il 15 ed il 19 giugno ma anche le misure per la sicurezza di cittadini, avventori, utenti e lavoratori.

Emilia Romagna, il provvedimento di Bonaccini

I protocolli già in vigore sono stati modificati ed in Emilia Romagna Stefano Bonaccini ha detto sì anche a cerimonie, sale slot, sale giochi, sale bingo e sale scommesse.

Ma non solo: dal 19 giugno riprenderanno anche le visite per gli ospiti delle residenze per anziani con ingressi limitati e scaglionati e su appuntamento. In questo modo la regione si prepara alla stagione estiva dopo le Fasi più dure dell’emergenza sanitaria legata al coronavirus (Covid-19).

Cerimonie a distanza

Come già si è avuto modo di vedere per altre attività che sono ripartite, anche gli organizzatori di cerimonie dovranno mantenere l’elenco dei partecipanti per 14 giorni.

Anche i tavoli e le altre strutture dovranno essere disposte in modo tale da rispettare almeno un metro di distanza. L’ordinanza di Bonaccini regola anche l’utilizzo di mascherine per gli ambienti interni, di guanti e di gel igienizzante.

Cinema, circhi e spettacoli

Via libera anche ai cinema, ai circhi ed agli spettacoli dal vivo. Fino al raggiungimento del proprio posto a sedere sarà necessario indossare la mascherina.

Non c’è più il limite del tetto massimo dei presenti ma vale il numero massimo di spettatori cui alla capienza autorizzata dalla struttura presso cui ci si trova.

Contents.media
Ultima ora