×

Cassiera a 80 cm dal cliente: chiuso supermercato di Venezia

Condividi su Facebook

La cassiera stava a 80 cm dal cliente, così a Venezia la polizia locale ha deciso di mettere i sigilli al supermercato che resterà chiuso 5 giorni.

Cassiera cliente supermercato chiuso
Cassiera cliente supermercato chiuso

Un punto vendita Conad di un supermercato di Mira, in priovincia di Venezia, è stato chiuso dopo che la polizia ha sorpeso in flagranza di reato una cassiera a 80 cm di distanza da un cliente. Il negozio rimarrà chiuso per 5 giorni, come disposto dalla Prefettura di Venezia.

I primi controlli erano stati effettuati a marzo, ma evidentemente i chiarimenti non sono serviti a ragguardare lo staff del negozio sul rispetto del distanziamento sociale sul posto di lavoro.

Cassiera a 80 cm da cliente: supermercato chiuso

La polizia locale di Mira (Venezia) ha chiuso il supermercato Conad del centro commerciale, dopo aver sorpreso una cassiera a soli 80 cm di distanza da un cliente, anziché un metro come stabilito dalle norme di sicurezza.

Il negozio è stato sigillato venerdì 12 giugno e rimarrà chiuso per 5 giorni.

Il punto vendita veneto rimarrà chiuso fino al 17 giugno per inadempienze sul distanziamento sociale richiesti anche sul luogo di lavoro. Già a marzo furono effettuati primi controlli. Gli agenti verificarono il negozio, ma è bastato cogliere una cassiera a meno di un metro di distanza dal cliente per avvertire gli esercenti dei provvedimenti in cui potevano incorrere.


Domenica 14 giugno, i clienti del supermercato hanno trovato un cartello all’ingresso posto dai carabinieri: “Esercizio commerciale sottoposto a chiusura provvisoria”. Una chiusura provvisoria disposta direttamente dalla Prefettura di Venezia.

Quella delle cassiere è una delle categorie maggiormente a rischio contagio, come dimostrano le vittime tra il personale dei supermercati, dalla 48enne morta a fine marzo a fine marzo al 57enne venuto a mancare pochi giorni dopo, entrambi a Brescia.

5
Scrivi un commento

1000
4 Discussioni
1 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
5 Commentatori
più recenti più vecchi
Lucia Del vespa

Spero sia una notizia falsa, altrimenti si è superato l’assurdo

Markolino

Notizia falsa

Francesco Giannotti

Stupidi buffoni (i sanzionatori, ovviamente)!!!

franco ferigo

nell’articolo, in cui di pone enfasi su questa decisione come una decisione per salvare il mondo, si parla di una cassiera morta a marzo. Primo, una cassiera morta su migliaia di cassieri, non è una ecatombe, muoiono cassieri e cassiere ogni giorno per altri motivi, secondo i familiari hanno denunciato il fatto che la povera cassiera ha avuto un inferto che la portata alla morte, non aveva fatto nessun tampone in precedenza e non aveva i sintomi del covid, tampone fatto post mortem. Quanti morti sono stati catalogati come questo caso? E la gente continua a credere a queste stupidità

Antonietta

Hanno il metro negli occhi…
Scherzi a parte, la demenza umana è il parassita più contagioso e pericoloso che esista ed ormai rimarrà solo un sogno che “TUTTI” capiscano quanta falsità si nasconde dietro alla faccenda covid…

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.