×

Cosa riapre dal 15 giugno in Italia: la ‘nuova’ fase 3

Nuove riaperture in Italia per la giornata di lunedì 15 giugno: cosa riapre?

cosa-riapre-15-giugno
Cosa riapre a partire da lunedì 15 giugno?

Cosa riapre a partire da lunedì 15 giugno in Italia per il nuovo ‘paragrafo’ del capitolo ‘fase 3’? La battaglia contro il Coronavirus prosegue, ma lentamente si prova a ritornare alla vita di tutti i giorni. Ed è per questo che, in virtù di quanto stabilito attraverso il Dpcm 11 giugno, l’Italia fa registrare delle nuove importanti riaperture.

Non tutto fa segnare il disco verde per quanto concerne le riaperture: il Governo Conte, infatti, ha disposto ancora la serrata per alcune tipologie di attività commerciali. È il caso, per esempio, delle discoteche, fiere e congressi, ma i governatori delle singole Regioni potranno stabilire una diversa data considerati i dati del contagio.

Cosa riapre dal 15 giugno

Nel prosieguo delle fasi di allentamento da lockdown, cosa riapre a partire da lunedì 15 giugno? Ok a sale giochi, scommesse e bingo; via libera, come previsto, a cinema e teatri e agli spettacoli all’aperto, per un massimo rispettivamente di duecento e mille spettatori.

Il 15 giugno segna anche la riapertura per le attività di centri benessere, di centri termali, centri culturali e centri sociali.

I corsi professionali potranno essere svolti in presenza e non più solo in via telematica a distanza.

Importanti novità – ma a livello europeo – anche per i viaggi nel vecchio Continente. Seppur le crociere restano sospese fino al 14 luglio, oltre ai voli nell’area Schengen si potrà andare da giorno 16 giugno anche in Albania e nei Balcani.

Nei Paesi esterni all’Unione europea – esclusa la Gran Bretagna – non si potrà invece fino al 30 giugno. Per quanto concerne le nuove misure adottate in Italia – attraverso il Dcpm 11 giugno -, saranno efficaci fino al 14 luglio. Ribadite le disposizioni di base per limitare i rischi di contagio da Coronavirus.

Contents.media
Ultima ora