×

Movida violenta a Napoli: arresti per i tafferugli in Piazza Bellini

Tafferugli con la polizia durante la notte: movida violenta a Piazza Bellini, nel cuore di Napoli.

napoli-arresti-piazza-bellini
Arresti in Piazza Bellini (Napoli): movida violenta

Arresti in piazza Bellini a Napoli. Tafferugli, insulti, provocazioni: la movida si trasforma in una vera e propria follia in Piazza Bellini, nel cuore pulsante della vita notturna di Napoli. Una vera serata di inferno in una delle principali aree della notte partenopea: un controllo di polizia ha provocato la reazione di decine di giovani presenti in quel momento all’angolo a ridosso del Conservatorio e Port’Alba.

Stando a quanto riferito da alcuni testimoni, presenti in piazza Bellini per godersi una delle prime serate estive, tra gli astanti e la polizia la tensione è cresciuta in seguito ad alcuni slogan contro gli stessi agenti.

E c’è chi riferisce anche di contestazioni ai presenti per il mancato uso di mascherine e distanziamento.

Napoli, arresti in Piazza Bellini

Così, la polizia è passata agli arresti nei confronti dei ‘dissidenti’: uno dei fermati, al momento di essere caricato in macchina dagli agenti, ha protestato affermando di essere vittima di un controllo solo perché stava bevendo una birra fuori dai locali.

Gli incidenti, dunque, sarebbero scaturiti per i controlli anti-Coronavirus imposti dalla Regione Campania con le varie ordinanze.

Ma la tensione in piazza Bellini è stata palpabile: “Vergogna, vergogna” è il grido con cui la polizia è stata accompagnata durante le operazioni di controllo sul territorio. “Non sono questi i problemi di Napoli” hanno ripetuto gli astanti.

Un amico del ragazzo arrestato, inoltre, dopo aver sfiorato il corpo a corpo con gli agenti gridando “non ho fatto nulla”, ha iniziato a sua volta a chiedere con insistenza di sapere quale fosse il motivo dell’arresto, e veniva bloccato anche lui tra le proteste generali.

Presenti in piazza Bellini anche alcuni militari. Per una notte di altissima tensione.

Contents.media
Ultima ora