×

Gimbe: “Aumento casi Coronaviurs, le Regioni forniscano tutti i dati”

Condividi su Facebook

I ricercatori della fondazione Gimbe, visto l'aumento di casi da Coronavirus, chiedono alle Regioni dati più completi per capirne il perché.

Gimbe: "Aumento casi Coronavirus, ma servono indicatori"
Gimbe conferma l'aumento casi di Coronavirus ma chiede più trasparenza alle Regioni.

La fondazione Gimbe conferma l’aumento di casi da Coronavirus in Italia, attraverso un monitoraggio indipendente. Secondo quanto rileva, l’83% dei contagi in più si è verificato in Lombardia, che allo stesso tempo ha però potenziato le attività di testing.

Gimbe conferma: aumento dei casi di Coronavirus

I ricercatori chiedono più dati alle Regioni, solo in questo modo potranno stabilire il perché si stia verificando un aumento dei casi. Dei 21 indicatori definiti dal Ministero della Salute per la fase 2, solo 3 dei 9 di esito sono noti, mentre nessuno degli indicatori di processo viene comunicato.

“Considerato che in questa fase dell’epidemia è indispensabile uno stretto monitoraggio abbiamo verificato la disponibilità pubblica dei 21 indicatori che le Regioni dovrebbero trasmettere, secondo quanto previsto dal Decreto del Ministero della Salute 30 aprile 2020“, ha spiegato il presidente della fondazione, Nino Cartabellotta.

Gimbe: “Chiediamo tutti i dati pubblici”

L’analisi di Gimbe si è concentrata sulla variazione regionale dei nuovi casi e dei tamponi diagnostici: nell’ultima settimana si registrano 2.294 nuovi contagi, con 11 Regioni che riportano un incremento di 461.

I pazienti ricoverati diminuiscono, soprattutto per quanto riguarda quelli in terapia intensiva, mentre i decessi sono stati 334.

“I dati forniti dalla Protezione Civile documentano un lieve incremento dei casi nell’ultima settimana rispetto alla precedente, ma non permettono alcun monitoraggio accurato in questa fase dell’epidemia”, ha detto Cartabellotta, “Invitiamo dunque le Regioni a trasmettere tutti i dati richiesti e chiede al ministero della Salute di renderli pubblici, sia in formato open per i ricercatori, sia in un formato di facile comprensione per i cittadini”.

Solo in questo modo si potrà comprendere il motivo dell’aumento registrato di recente.

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Appassionata di lingue straniere e giornalismo, ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine. Le sue grandi passioni sono il fitness e l'equitazione, lo spettacolo, i viaggi, la fotografia e la natura.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Cecilia Lidya Casadei

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Appassionata di lingue straniere e giornalismo, ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine. Le sue grandi passioni sono il fitness e l'equitazione, lo spettacolo, i viaggi, la fotografia e la natura.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.