×

Denunciato anziano che ruba al supermercato: “Ho solo 500 euro di pensione”

Condividi su Facebook

"Sono mortificato, non ho soldi", così un anziano della provincia di Padova si è scusato piangendo per aver rubato pasta e affettati.

anziano ruba pasta affettati
anziano ruba pasta affettati

Dopo l’emergenza sanitaria, si prospetta una dura crisi economia e sociale per il nostro Paese. Mentre ci si prepara ad affrontare le nuove difficoltà conseguenti al coronavirus, per molti cittadini arrivare a fine mese è sempre più difficile. È il caso di un 75enne di Campodarsego, in provincia di Padova: l’anziano che ruba al supermercato pasta e affettati si è scusato per l’accaduto, spiegando di essere senza soldi.

Il suo pianto non è bastato: per l’uomo è scattata la denuncia.

Denunciato anziano che ruba pasta e affettati

“Chiedo scusa a tutti, sono mortificato. Con una pensione di meno di 500 euro io e mia moglie non riusciamo più a unire il pranzo con la cena: è la storia di un 75enne padovano. Il suo racconto stringe il cuore, eppure è stato ugualmente denunciato per tentato furto.

L’anziano è stato scoperto mentre cercava di rubare del cibo presso il discount Prix-quality.

In una borsa aveva messo dei prodotti alimentari di prima necessità, il cui costo ammonterebbe a 65 euro. Evidentemente non un ladro dalle cattive intenzioni, ma solo un uomo mosso dal bisogno e della fame.

L’uomo si è avvicinato alle casse con fare incerto e piuttosto sudato per ansia e tensione. I controlli lo hanno immediatamente fermato. Alla sola domanda, l’anziano ha confessato: “Ho preso della pasta, del formaggio e dell’affettato perché sono senza soldi”.

Quindi ha ammesso: “L’ho fatto per necessità”.

A quel punto il personale del supermercato ha chiamato il 112. Nonostante l’arrivo di una pattuglia di carabinieri della stazione di Campodarsego, non è stato facile convincere l’uomo ad aprire la borsa. Al suo interno, successivamente, sono stati trovati i generi alimentari. L’uomo ha spiegato che era la prima volta che rubava, spinto a compiere quel gesto dalla grave situazione economica in cui lui e la moglie si trovano.

Dalla vergogna si è lasciato andare in un pianto. Si tratta di una persona incensurata, con alle spalle una vita tranquilla e per bene. Tuttavia, i carabinieri pare non abbiano rinunciato a denunciarlo per tentato furto aggravato, anche se altri clienti si sono offerti a pagare la sua spesa.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:
5 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Arianna tanzi
19 Giugno 2020 17:26

Esiste la possibilità di sapere il nome dell’anziano, per poterlo aiutare?

Mariano Capozzi
19 Giugno 2020 18:57

E’ possibile aprire una qualche forma di sottoscrizione per aiutare questa coppia in difficoltà?
Per favore fatemi sapere.

Vannia
20 Giugno 2020 07:22
Risponde a  Mariano Capozzi

Ci sono delle piattaforme in internet per raccogliere dei soldi

Mariano Capozzi
20 Giugno 2020 08:36
Risponde a  Vannia

Buongiorno, ti ringrazio per il messaggio.
Sono proprio negato per internet, puoi darmi qualche maggiore informazione?
Ti sarei davvero grato.

Paola
20 Giugno 2020 09:38

Naturalmente si guarda la paglia e non il pagliaio giusto il lavoro dei carabinieri che sono intervenuti, magari il direttore del supermercato poteva risolvere la situazione primo non davanti ad altre persone chiamandolo nel suo ufficio, dignità e competenza, provando ad essere un po’ umano certo che dopo che si era accertato se il signore era in buona fede


Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.