×

Coronavirus, Istat: la speranza di vita al Nord scende di 2 anni

Condividi su Facebook

La speranza di vita nelle regioni del Nord è scesa di 2 anni con l'emergenza coronavirus, i dati dell'Istat.

istat speranza di vita nord

L’emergenza coronavirus si ripercuote anche nelle analisi dell’Istat, Istituto nazionale di statistica, in merito alla speranza di vita dei cittadini italiani: quest’ultima si è ridotta di 2 anni nelle regioni del Nord proprio a causa del Covi-19.

Nel 2020 si assisterebbe a un ridimensionamento, in termini di aspettativa di vita, “significativamente più marcato nelle Province del Nord”: in quelle maggiormente colpite dal Covid-19, soprattutto nel Nord-ovest e lungo la dorsale appenninica, “si passerebbe da una speranza di vita alla nascita di quasi 84 anni, a una di circa 82”. Così l’Istat nel rapporto sugli scenari di mortalità che come prima firma tra i curatori ha proprio il presidente dell’Istituto, il demografo Gian Carlo Blangiardo.

E tutto ciò nell’ipotesi “moderata”, intermedia tra lo scenario “ottimista” e “pessimista”.

Istat, i dati sulla speranza di vita al Nord

Nello specifico poi, nelle Provincie di Bergamo e Cremona, le più colpite dal Covid, la speranza di vita alla nascita si ridurrebbe di oltre 5 anni nello scenario “pessimista” elaborato dall’Istat. E a Bergamo la perdita, calcolando la vita che resta al compimento del 65 compleanno, raggiungerebbe addirittura i sei anni.


La premessa è che, a fronte di un aumento della mortalità complessiva di 42.634 unità nei mesi di marzo e aprile 2020, circa l’85% della crescita è concentrato in 37 Province del Nord più quella di Pesaro-Urbino. Qui i decessi sono quasi raddoppiati a marzo (+94,1%) e sono risultati superiori di circa due terzi in aprile (+66%).

Su base nazionale, nei tre scenari descritti dall’Istat i decessi aumenterebbero tra 46.782 e 93.564, valore “che si allinea con alcune significative variazioni già registrate nel secondo dopoguerra”. Ma alla crescita contribuiscono per il 45% le Province di Bergamo, Milano, Brescia, Cremona e Torino. Mentre Roma fa segnare il maggior decremento dei morti su base annuale in valore assoluto.

Nato a Latina il 23/03/1991, é laureato in Economia e Marketing presso l'Università La Sapienza di Roma. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con diverse testate tra cui TGcom24 e IlGiornaleOff. Lavora come speaker a Radio Rock.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina il 23/03/1991, é laureato in Economia e Marketing presso l'Università La Sapienza di Roma. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con diverse testate tra cui TGcom24 e IlGiornaleOff. Lavora come speaker a Radio Rock.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.