×

Alex Zanardi, incidente per velocità eccessiva? Proseguono le indagini

In base ad alcune testimonianze, il pm valuta l'ipotesi della velocità eccessiva come causa dell'incidente di Alex Zanardi.

Incidente Alex Zanardi, ipotesi velocità come causa
Ipotesi velocità per l'incidente Alex Zanardi.

Fra le ipotesi circa la causa dell’incidente che ha visto coinvolto Alex Zanardi, ci sarebbe anche quella della velocità. Durante le indagini, gli investigatori hanno voluto ascoltare tutti i testimoni presenti durante la gara a staffetta, che si è trasformata in tragedia per il famoso atleta paralimpico italiano.

Alex Zanardi: incidente per velocità?

Zanardi sa quello che fa, ha esperienza come garista e con la handbike anche su strade dalle pendenze importanti. La Procura di Siena vuole quindi capire come sia possibile che abbia perso il controllo del mezzo, impattando con un camion senza che si verificassero prima problemi meccanici o contatti con gli altri ciclisti.

In primis si sta vagliando la questione della sicurezza stradale, ovvero la natura dell’evento per capire se fossero necessari permessi e precauzioni non adottati.

Al momento l’unico indagato è Marco, l’autista del camion, ma gli investigatori stanno interrogando anche i responsabili della manifestazione, oltre ai partecipanti.

Lo smartphone è escluso

Esclusa l’ipotesi dell’utilizzo dello smartphone: “Dai video acquisiti non ci risulta. Abbiamo sequestrato lo smartphone di Zanardi ma al momento questa ipotesi non esiste”, dichiara il procuratore della Repubblica di Siena, Salvatore Vitello.

Si torna quindi sulla questione velocità: la handbike è meno performante in curva, entrandovi troppo veloci la ruota posteriore all’interno induce un cappottamento molto difficile da controbilanciare col corpo.

Secondo testimoni oculari, l’atleta paralimpico si sarebbe cappottato due volte prima dell’impatto sul camion ma per esserne certi bisogna attendere la conclusione degli interrogatori e le verifiche dei Gps dei partecipanti alla staffetta senese.

Contents.media
Ultima ora