×

Ritorno a scuola, l’ipotesi: test sierologici per il personale

Tornare a scuola in sicurezza: c'è l'ipotesi del test sierologico gratuito per tutto il personale scolastico. La proposta della Regione Lazio

test-sierologici-croce-rossa
Test sierologici, la denuncia di Croce Rossa

Ritornare a scuola a settembre è l’obiettivo. Per riuscirci, però, occorre garantire un ritorno in aula in totale sicurezza. Un’ipotesi, in quest’ottica, si sta facendo strada: quella di effettuare test sierologici a tutto il personale scolastico, dai docenti al personale tecnico-amministrativo.

Scuola, ipotesi test sierologici gratuiti

Tornare a scuola in sicurezza, sì ma come? Tra le varie soluzioni proposte, una si sta facendo strada, discussa dal Comitato Tecnico e dal premier Conte.

L’ipotesi è quella di effettuare test sierologici gratuiti a tutto il personale docente e amministrativo delle scuole italiane. Si tratterebbe quindi di un costo importante per le casse dello stato: sarebbero 1,2 milioni i test da effettuare gratuitamente al personale scolastico. Inoltre, dovranno essere fornite gratuitamente circa 2 milioni di mascherine al giorno, che serviranno a tutto il personale che lavora nelle scuole. Ma le mascherine potrebbero essere molte di più: c’è anche un’altra ipotesi da valutare, quella di fornirle anche agli studenti, arrivando così a 10 milioni di mascherine necessarie al giorno.

L’ipotesi dei test sierologici però, sembra piacere al presidente Conte, che starebbe valutando quindi questa possibilità.

Regione Lazio lancia “Scuola Sicura”

La Regione Lazio, intanto, ha già anticipato l’iniziativa dei test sierologici gratuiti. Il presidente Nicola Zingaretti, infatti, ha lanciato la campagna “Scuola Sicura”, che prevede appunto di effettuare il test sierologico a tutti gli insegnati e il personale scolastico. Si tratterebbe di 100mila test, che per Zingaretti serviranno a: “Garantire tranquillità alle famiglie e permettere un avvio sereno del nuovo anno scolastico”. La Regione Lazio, che ha proposto al governo di introdurre questo provvedimento a livello nazionale, ha comunque avvisato che se ciò non accadrà proseguirà l’iniziativa da sola.

Contents.media
Ultima ora