×

Emilio Fede dopo l’arresto: “È stata un’esperienza positiva”

In un'intervista all'Ansa, Emilio Fede parla del suo arresto: " Un grazie ai Carabinieri. Vivo questa esperienza come la vive un giornalista"

Emilio_Fede_arresto
Le dichiarazioni di Emilio Fede dopo l'arresto

Le prime parole di Emilio Fede, dopo l’arresto per evasione dalla detenzione domiciliare, sono quelle dichiare all’Ansa. “Alla fine è stata un’esperienza positiva, intorno a me si sono stretti tanti amici e colleghi. In questo momento mi farebbe piacere avere qui un rappresentante dell’arma a cui stringere la mano” ha rivelato Fede, dall’albergo del lungomare in cui alloggia da lunedì scorso.

Emilio Fede, l’arresto

L’arresto di Emilio Fede è avvenuto lo scorso lunedì 22 giugno, mentre cenava con la moglie Diana de Feo, in un ristorante sul lungomare. L’ex direttore del Tg4 si era recato a Napoli per festeggiare il suo 89esimo compleanno che ricorre oggi, mercoledì 24 giugno.

Fede è condannato a scontare 4 anni e 7 mesi per il caso Ruby bis, ma ha trasgredito gli arresti domiciliari per andare a Napoli.

Le dichiarazioni all’Ansa

Alla fine è stata un’esperienza positiva, intorno a me si sono stretti tanti amici e colleghi. Vivo questa esperienza come la vive un vero giornalista, senza rancori e senza odio, con la precisa intenzione di aprire un dialogo tra chi tutela i diritti dei cittadini. Un grazie ai carabinieri per come agiscono, accanto a noi”. Queste le parole di Emilio Fede all’Ansa.

Parole equilibrate e responsabili, per quanto la trasgressione delle norme relative al suo arresto non era stata coerente con quanto riferito ai tempi della condanna.

“Non mi metto a predicare contro la giustizia. Questi domiciliari mi lasciano ampi spazi di vita e sicuramente li rispetterò”, sosteneva Fede un anno fa. E invece così non è stato.

Contents.media
Ultima ora