×

Litorale laziale, nessuna regola in spiaggia: “Mascherina non ha più senso”

Condividi su Facebook

Nelle spiagge del litorale laziale non vengono rispettate le regole anti-Covid: manca il distanziamento sociale e nessuno indossa la mascherina.

litorale laziale mascherina
litorale laziale mascherina

Gli italiani faticano a rinunciare alla tradizionale vacanza estiva. Molte le raccomandazioni e le linee guida dell’Iss per garantire spiagge sicure. Gli stabilimenti balneari si sono adattati per far fronte all’emergenza sanitaria e scongiurare la formazione di nuovi focolai.

Tuttavia, lungo molte coste italiane la situazione è quella di sempre: manca il distanziamento sociale e non viene rispettata alcuna regola anti-Covid. In molti sembrano dimenticare il problema affrontato per mesi e appaiono poco consapevoli delle raccomandazioni degli esperti, i quali – pur precisando che la carica virale sia diminuita – ricordano che il virus è presente e l’allarme non può dirsi superato. Proprio in seguito alla risalita della curva epidemica in Italia, con 296 nuovi contagi in 24 ore e nuovi focolai locali, l’Oms ha espresso preoccupazione per la situazione in Europa.

Intanto le spiagge del litorale laziale sono tornate affollate come ogni anno: nessuno rispetta le regole per arginare i rischi di contagio da coronavirus e la maggior parte dei bagnanti non indossa la mascherina.

Litorale laziale, in spiaggia senza mascherina

Un inviato di “Dritto e Rovescio”, programma in onda su Rete 4 e condotto da Paolo Del Debbio, si è recato sul litorale laziale per testimoniare la situazione nelle spiagge. Nonostante gli stabilimenti balneari misurino la temperatura ai propri clienti e controllino che tutti rispettino le regole, in moltissimi si godono l’estate senza mascherina né il mantenimento della distanza di un metro.

Il giornalista ha intervistato alcuni bagnanti.

“La gente si è dimenticata, nessuno si ricorda il problema”, ha commentato qualcuno. Altri ammettono: “Fino a un mese fa indossavo la mascherina, ora non più. Non ne trovo più il senso.

Alcuni spiegano che in spiaggia “c’è tanta gente quindi stiamo più vicino del dovuto”.

Negli stabilimenti i proprietari effettuano i dovuti controlli e girano tra i lettini per verificare che le regole vengano rispettate anche in spiaggia. Tuttavia, alcuni hanno commentato: “La distanza tra gli ombrelloni c’è, ma poi ognuno sposta i propri lettini a seconda dell’orientamento del sole. Nella spiaggia libera sarà un’applicazione a controllare gli accessi. Raggiunto un certo limite, non si potrà entrare. “In centro a Roma nessuno indossa la mascherina, perché dovrei metterla al mare che è un luogo aperto?”, conclude una donna intervistata.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.