×

Ricattano 15enne per foto ‘intime’: arrestate mamma e figlia

Condividi su Facebook

Succede a Cremona, mamma e figlia avevano chiesto 1.500 euro alla 15enne che ha trovato la forza di denunciare.

ricattata foto intime
15enne ricattata da madre e figlia per foto intime

Il bullismo a volte non è solo tra coetanei. Anzi, spesso e volentieri gli effetti non sono altro che lo specchio di ciò che si vive all’interno delle mura domestiche. E la conferma arriva lunedì 29 giugno direttamente da Cremona: una 15enne è stata ricattata da madre e figlia a causa di foto intime finite in una chat pubblica.

I carabinieri del comune lombardo hanno dato mandato di cattura per la signora e la figlia minorenne: le accuse sono gravissime. Secondo quanto ricostruito dai militari – grazie anche alla denuncia della 15enne – avevano preteso la somma di 1.500 euro dopo che avevano scoperto che la ragazzina aveva pubblicato foto imbarazzanti su una chat.

15enne ricattata per foto intime

Secondo la denuncia della giovanissima, le due ‘aguzzine’ le avevano fatto credere che le foto erano nella disponibilità anche di alcuni criminali che avrebbero reso noto il tutto alla famiglia della 15enne se non avesse pagato. Per poter saldare il suo debito, la povera vittima era stata costretta a rubare dei soldi nella propria casa di famiglia.

Ad architettare il ricatto sarebbe stata la mamma: la donna, impiegata in un ente del terzo settore, ha sfruttato il racconto della figlia di 17 anni.

Quest’ultima, amica della vittima, avrebbe raccolto le confidenze della 15enne circa le foto ‘intime’ pubblicate in una chat.



Le due arrestate avevano in seguito raccontato di essere state contattate da malavitosi a conoscenza delle immagini e chiedevano la consegna di 1.500 euro, minacciando di riferire il fatto ai genitori.

La 15enne inizialmente aveva rubato a padre e madre 500 euro che il giorno dopo aveva consegnato alle sue ricattatrici. Le due hanno poi insistito per aver altri soldi minacciando ulteriori ritorsioni da parte dei delinquenti.

La vittima anche in questa occasione aveva rubato altri 1.000 euro alla famiglia e li aveva consegnati a madre e figlia. All’ennesima estorsione la ragazzina è crollata e raccontato tutto ai militari di Cremona che hanno organizzato una consegna del denaro ‘controllata’ cogliendo in flagrante le due autrici dell’estorsione.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.