×

Coronavirus, morta l’imprenditrice contagiata dal marito, lui guarito

Condividi su Facebook

Dopo due mesi di lotta contro il coronavirus, l'imprenditrice veneta non ce l'ha fatta. Forse è stata inconsapevolmente contagiata dal marito.

Veneto, morta l'imprenditrice contagiata dal marito

A Martellago, nel profondo Veneto, si continua a piangere i morti di coronavirus. La pandemia ha, infatti, mietuto la settima vittima: si tratta di un’imprenditrice di 84 anni morta dopo essere stata contagiata dal marito. L’uomo è, invece, guarito.

Imprenditrice morta: era stata contagiata dal marito

La storia tragica riguarda Antonietta Lorenzini. La donna aveva 84 anni ed è venuta a mancare lo scorso 24 giugno. La vittima aveva preso il coronavirus e combatteva strenuamente da due mesi. Sono ancora in corso accertamenti ma, stando alle prime informazioni, probabilmente la donna è stata contagiata dal marito inconsapevolmente.

L’uomo è stato affetto dal coronavirus, ma poi è guarito. Diversa sorte è toccata a sua moglie. La donna, stando a quanto ha riferito la figlia, non aveva particolari patologie pregresse. Eppure, il virus l’ha ancorata in un letto d’ospedale per due mesi, fino al tragico epilogo presso l’ospedale di Dolo.

Zaia: probabilità di gente contagiata al mare

Lo scenario della Regione Veneto è stato chiarito dal governatore Luca Zaia: “Ci sono 22 focolai attualmente” ha dichiarato nel consueto punto stampa quotidiano.

Per Zaia, la causa sarebbe il weekend al mare, con spiagge affollate. Il governatore ha ricordato che “i virologi ci dicono che il virus ha diminuito la virulenza“, eppure ha invitato i veneti alla prudenza: “Attenzione che trasferiamo la responsabilità dall’istituzione pubblica a noi, siamo artefici del nostro futuro“. Da ciò, il consiglio di portare sempre la mascherina nei luoghi chiusi e in contesti di assembramento.

A oggi, in Veneto su 950.621 tamponi risultano 19.278 positivi e 711 persone in isolamento. I ricoverati sono 187, mentre il totale dei dimessi è 3.584. Attualmente, in terapia intensiva ci sono undici malati che necessitano di assistenza respiratoria.

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo. Ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Marco Grieco

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo. Ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.