×

Istat, record nascite negativo: italiani in fuga e calo di immigrati

Condividi su Facebook

L'Istat registra un record negativo di nascite in Italia. Diminuisce anche il numero di stranieri giunti nel Paese.

Record negativo di nascite
Record negativo di nascite

L’Istat ha registrato un record negativo di nascite in Italia, con un calo dell’immigrazione e un aumento di italiani in fuga. Questo è il bilancio demografico tracciato dall’Istat. Gli iscritti in anagrafe per nascita sono solo 420.170 e questo dimostra una diminuzione di più di 19 mila unità rispetto all’anno precedente.

Questo calo coinvolge tutta l’Italia, ma risulta più significativo al centro. Ci sono altri due dati che aggravano la situazione, ovvero che il numero degli stranieri in arrivo in Italia è calato dell’8,6%, mentre è in aumento quello degli italiani che scappano dal nostro Paese per andare a vivere all’estero.

Record di nascite negativo

L’Istat ha registrato non solo un calo delle nascite, ma anche dell’immigrazione (confermando un trend già registrato a dicembre 2019), con la consapevolezza che il numero di italiani in fuga è in aumento.

Gli stranieri residenti in Italia sono l’8,8%, con un incremento rallenta sempre più. Le cittadinanze più inserite restano stabili nel tempo: comunità romena, albanese, marocchina, cinese e ucraina. Si tratta del 50% del totale degli stranieri residenti.

Alla fine del 2019 la popolazione residente in Italia era inferiore di 189 mila unità rispetto all’inizio dell’anno, per seguire un declino iniziato nel 2015. “I fattori strutturali che negli ultimi anni hanno contribuito al calo delle nascite si identificano nella progressiva riduzione della popolazione italiana in età feconda, costituita da generazioni sempre meno numerose alla nascita – a causa della denatalità osservata a partire dalla seconda metà degli anni Settanta – non più incrementate dall’ingresso di consistenti contingenti di giovani immigrati” è stato ribadito dall’Istat.


Negli ultimi anni si è assistito a un calo di stranieri nati in Italia, e di conseguenza il contributo all’incremento delle nascite offerto dalle donne straniere si sta riducendo sempre di più. Nel 2019 il numero di stranieri nati in Italia è stato di 62.944, con un calo di 2.500 unità rispetto all’anno precedente.

Il tasso di natalità dell’insieme della popolazione raggiunge il 7,0 per mille. Il primato è della provincia di Bolzano, mentre i valori più bassi riguardano la Liguria e la Sardegna. Gli italiani che vanno all’estero, invece, sono in evidente aumento.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.