×

Roma, pizzaiolo viola la quarantena: chiuso locale a Monti

Condividi su Facebook

Pizzaiolo viola la quarantena a Roma, il suo ristorante viene chiuso per mancato rispetto delle norme anti Coronavirus.

Roma, pizzaiolo viola la quarantena
Pizzaiolo viola quarantena a Roma, va al lavoro regolarmente.

Chiuso un ristorante nel quartiere Monti, centro storico di Roma: il pizzaiolo viola la quarantena imposta al rientro dall’estero. L’uomo è anche il titolare del locale e avrebbe dovuto osservare rigorosamente alcuni giorni d’isolamento nel rispetto delle norme anti Covid.

Roma, pizzaiolo viola la quarantena

Il pizzaiolo e titolare del ristorante di Monti, cittadino egiziano, era infatti rientrato in Italia dall’estero. Le attuali norme anti contagio prevedono che si osservi una quarantena precauzionale, ma in questo caso l’uomo non l’ha rispettata, continuando a recarsi sul posto di lavoro.

Sono dunque intervenuti i carabinieri del Comando Provinciale, durante alcuni controlli nelle zone più frequentate della Capitale: Trastevere, San Lorenzo, Ponte Milvio, Campo dei Fiori, Piazza Navona, Pantheon, Monti, Pigneto e Piazza Bologna. Proprio a Monti, hanno apposto i sigilli al locale che vendeva pizza al trancio e bevande anche d’asporto, per mancato rispetto delle norme anti Covid. Per cinque giorni l’attività resterà chiusa, come nel caso di altri dieci locali nel centro di Roma.


Roma, si violano le norme anti Covid

Secondo il report dei carabinieri, a Trastevere quattro esercizi commerciali hanno ricevuto una multa per carenze a livello igienico-sanitario, con segnalazione alla Asl e sospensione della licenza. Sequestrati 3 chili di generi alimentari non tracciabili in un ristorante che vendeva kebab, con sanzione e avviso alle autorità competenti.

La maggior parte dei locali, comunque, ha ricevuto ammende per violazione delle norme anti Covid e impiego di lavoratori in nero.

Piovono multe anche per assembramenti a Pigneto e per vendita di alcolici dopo l’orario previsto, mentre a San Lorenzo un minimarket gestito da un cittadino del Bangladesh è stato chiuso perché al suo interno vi erano dieci persone senza mascherina, vicine. A Piazza Bologna, cinque locali sanzionati per carenze igienico-sanitarie e divieto ai dipendenti di indossare la mascherina: diciannove le persone multate.

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Appassionata di lingue straniere e giornalismo, ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine. Le sue grandi passioni sono il fitness e l'equitazione, lo spettacolo, i viaggi, la fotografia e la natura.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Cecilia Lidya Casadei

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Appassionata di lingue straniere e giornalismo, ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine. Le sue grandi passioni sono il fitness e l'equitazione, lo spettacolo, i viaggi, la fotografia e la natura.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.