×

Coronavirus, bilancio del 14 luglio: 243.344 casi e 17 morti in più

Condividi su Facebook

I tecnici del Ministero della Salute diramano il bilancio dei casi positivi di Coronavirus registratisi martedì 14 luglio 2020.

coronavirus bilancio 14 luglio 2020
L'aggiornamento dei casi di Coronavirus in Italia: il bilancio del 14 luglio

Il Ministero della Salute, di concerto con l’Istituto Superiore di Sanità e le amministrazioni delle singole Regioni, comunicherà tra poco, come ogni giorno, il bilancio dei contagi da Coronavirus aggiornato a martedì 14 luglio 2020. Rispetto alla giornata precedente si sono registrati 114 contagi in più, 17 decessi e 335 guariti in totale.


Coronavirus: il bilancio del 14 luglio 2020

Con queste cifre il totale delle persone diagnosticate positive dall’inizio dell’epidemia è salito a 243.344, quello relativo alle vittime a 34.984 e quello delle dimissioni/guarigioni a 195.441. Quanto invece al numero degli attualmente positivi presenti sul suolo nazionale esso ammonta a 12.919 (-12 rispetto all’ultimo aggiornamento).

La Regione più colpita resta la Lombardia.

bilancio coronavirus 14 luglio

Dei 12.919 casi di attuali positivi, i ricoverati con sintomi sono 777. Per quanto concerne la terapia intensiva, invece, sono 60 i pazienti ricoverati mentre 12.082 quelli in isolamento domiciliare.

I tamponi effettuati dallo scoppio della pandemia sono 6.004.611 per un totale di 3.607.115 casi testati. Quelli processati nel corso della giornata sono pari a 41.867.

Secondo il dettaglio per Regioni, i nuovi positivi al Coronavirus sono 18 nel Lazio e 30 in Lombardia. In Veneto i nuovi casi sono 19, mentre in Piemonte soltanto 3. Stesso numero in Friuli Venezia Giulia, 6 in regione Liguria e uno nella provincia autonoma di Bolzano.

In Emilia-Romagna i nuovi positivi sono 13, in Toscana 4 e 1 solo nelle Marche. 15, invece, i nuovi positivi in Sicilia mentre in Sardegna solo 1.

Le regioni con zero contagi

Sono otto le regioni che non hanno registrato alcun caso positivo: Calabria, Puglia, Abruzzo, Umbria, Valle d’Aosta, Molise, Basilicata. Ad esse si aggiunge la Provincia autonoma di Trento.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
petronilli e camionisti simulano reati industria o
14 Luglio 2020 17:07

dante testimone


Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.