×

Iss-Istat: “Coronavirus causa principale di morte nei positivi”

Condividi su Facebook

Il coronavirus risulta la causa principale di morte per 9 positivi su 10. Il restante 10% avrebbe accusato complicanze impreviste.

coronavirus causa principale morte
coronavirus causa principale morte

Secondo un dossier pubblicato da Istat e Istituto Superiore di Sanità, il coronavirus si è rivelato la principale causa di morte di 9 positivi su 10. Nella restante percentuale, sono pervenuti problemi di natura cardiovascolare e problemi respiratori, legati a polmonite.

Oltre 90% i morti over 60. Nessun caso riscontrato tra gli over 90.

Coronavirus causa principale di morte

Il Coronavirus è la causa primaria di morte tra i pazienti positivi. Questo è quanto afferma un dossier pubblicato nella giornata di giovedì 16 luglio da Istat e Iss, in merito all’impatto dell’epidemia sull mortalità italiana.

Se in alcuni casi alcune patologie pregresse o pervenute successivamente hanno contribuito all’aggravarsi delle condizioni cliniche, 9 pazienti su 10 sono deceduti a causa del Covid.

Il restante 10% ha contratto un’altra malattia o circostanza esterna, legata soprattutto a problemi cardiovascolari (4,6%). Seguono tumori (2,4%), diabete (0,6%) e demenze o malattie legate all’apparato digerente (0,6/05%).

Complicanze e fasce d’età

Sempre lo studio effettuato mostra l’effetto spaventoso delle complicanze. In particolare, il 79% dei decessi è avvenuto a causa di polmoniti interstiziali, mentree il 55% per insufficienza respiratoria. Meno frequenti complicanze legate allo shock (6%), sindrome respiratorie da stress, edema polmonare (6%), complicanze cardiache (3%) o sepsi (2%).

La percentuale dei decessi varia anche in base alle fasce d’età colpite. Si va dal 92% per la fascia 60-69 anni, passando dall’81% dei 0-49 anni.

Rarissimi i casi di decessi tra neonati e fasce di mezza età (50-59) oppure over 90 anni.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.