×

Palermo allagata, Orlando: “L’allarme ce lo siamo dati da soli”

Condividi su Facebook

Palermo allagata a causa di un violento temporale. Bombe d'acqua continue. Al momento "nessuna vittima confermata".

palermo allagata temporale
Palermo allagata dopo violento temporale

Palermo allagata per temporale violento, tutta la città si blocca e il traffico è in tilt, due le possibili vittime. L’entità degli acquazzoni è peggiorata dalle 16 in poi, finora la stazione meteo dell’Osservatorio Astronomico ha registrato ben 79,4 mm di pioggia: nuovo record di luglio dal 1797 ad oggi.

La conferenza stampa di Orlando

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, è intervenuto in conferenza stampa per fare il punto della situazione dopo il violento acquazzone della giornata del 15 luglio. Mentre sono ancora in corso le ricerche sui dispersi, il primo cittadino palermitano attacca un po’ tutti.

“L’allarme ce lo siamo dati da soli. Al momento non ci sono vittime e la notizia di decine di feriti in ospedale è infondata. Ricerche di eventuali dispersi proseguono. Speriamo che non ci siano vittime”. E scarica senza troppi giri di parole le colpe sulla Protezione Civile Regionale: “È caduto oltre un metro di acqua, quanto ne precipita in un intero anno. Alle 16:25 la protezione civile regionale ha segnalato un miglioramento delle condizioni.

Ci siamo attivati da soli”.


Poi su Salvini glissa così: “Io credo che in questo momento abbiamo bisogno di tutto tranne che di sciacallaggio, io chiedo rispetto alle istituzioni per lo stato di sofferenza dei miei cittadini. Le colperibadisce Orlandosono da attribuire anche al presidente della regione e protezione civile regionale.

Se vi dovessi dire chi ha usato la posizione di sciacallaggio vi stupireste per i nomi”.

Nessuna vittima confermata

Al momento, con l‘ultimo aggiornamento da parte della Prefettura alle ore 23:15 di mercoledì 15 luglio, non c’è la conferma di nessuna vittima dopo la bomba d’acqua a Palermo. I Vigili del Fuoco, infatti, sono a lavoro per la ricerca dei dispersi. I sommozzatori non hanno ancora trovato i corpi e il Comune in serata dirama una nota: “Nessuna vittima confermata, stiamo ancora cercando i dispersi”.

Palermo allagata per temporale violento

Le bombe d’acqua continue hanno provocato disagi in viale Regione Siciliana, dove larghi tratti sono invasi dalla pioggia e rendono impossibile la percorrenza in automobile. Stessa situazione anche in via Messina Marine, dove il Buccheri La Ferla si ritrova allagato, come nella zona degli ospedali Civico e Policlinico.

Diverse e persistenti le segnalazioni ai vigili del fuoco e alle forze dell’ordine. I bagnanti sono letteralmente fuggiti dalla spiaggia di Mondello per via dell’entità dei rovesci, mentre in via Imera una ragazza si trovava in difficoltà a causa dell’acqua che continua a salire e le blocca l’automobile. La giovane si è addirittura arrampicata sul tettuccio per cercare di evitarla.


I tombini esondano a Palermo

I problemi sulla viabilità proseguono sino alle autostrade, con disagi sulla Palermo-Catania e Palermo-Mazara del Vallo, così come nelle zone di Villabate e Bagheria, nella provincia palermitana. Grondaie pericolanti, fontane stradali per via di tombini che straripano, abitazioni che si allagano al piano terra e nei magazzini. In queste ore i vigili del fuoco e le autorità stanno dando man forte ai cittadini, nell’attesa che le condizioni meteorologiche migliorino. La perturbazione si è mossa anche verso il Centro e Nord Italia, con violenti acquazzoni su diverse Regioni e persino nella città di Milano, in questo caso però non è durata abbastanza da recare danni.

View this post on Instagram

Наводнение🙉 дождевых стоков похоже нет в Палермо. #дождь#pioggia#palermo

A post shared by Людмила (@lkazrova) on Jul 15, 2020 at 9:26am PDT

Due morti a causa delle strade allagate

Due le vittime del maltempo a Palermo, morte per annegamento in un sottopasso di viale della Regione, bloccato dall’acqua. Erano in auto quando questa è stata sommersa dalla pioggia, in panne in strada. A nulla, purtroppo, sono serviti i soccorsi dei vigili del fuoco: stanno intervenendo per recuperare i corpi dall’autovettura. Secondo quanto ha dichiarato il primo cittadino, ci sarebbero inoltre alcuni dispersi.

Le parole del sindaco di Palermo

Leoluca Orlando, sindaco di Palermo è intervenuto in merito alle difficili condizioni nelle quali vertono città e cittadini in queste ore, a causa del maltempo, specificando che si discosta da qualsivoglia polemica. “La pioggia più violenta nella storia della città, pari a quella che cade in un anno”, ha dichiarato il primo cittadino, “Nessuno, nemmeno i metereologi che curano le previsioni nazionali, lo avevano previsto, tanto che nessuna allerta di Protezione Civile era stato emanata per la nostra città”.

A seguire, Orlando ha parlato dell’impegno comunale nell’affrontare l’emergenza non annunciata, nell’attesa di ricevere notizie da parte dei vigili del fuoco sulle persone attualmente date come disperse. “Quanto è avvenuto deve spingerci ancora di più ad una profonda riflessione, ha dichiarato, “e a fare nostra le parole del nostro arcivescovo sul modello di sviluppo che sempre più sta alterando il rapporto fra l’uomo, l’ambiente e il clima del nostro pianeta”.

L’attacco di Salvini a Orlando

Non è mancato un intervento social di Matteo Salvini in merito al nubifragio con conseguente allagamento avvenuto a Palermo. Parole che hanno scatenato polemiche. Anche Roy Paci è intervenuto su Twitter per replicare al leader della Lega con un duro commento.

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Appassionata di lingue straniere e giornalismo, ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine. Le sue grandi passioni sono il fitness e l'equitazione, lo spettacolo, i viaggi, la fotografia e la natura.


Contatti:
3 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
14.30 calunni e cell in industria
16 Luglio 2020 15:14

orlando: buone braccia. rubate all’agricoltura

vicchy non inveisce contro nessuno non gay
16 Luglio 2020 15:15

orlando dimettiti

sporcamp molesta vicchy in ciaca e inveisce
16 Luglio 2020 16:08

dante testimone


Contatti:
Cecilia Lidya Casadei

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Appassionata di lingue straniere e giornalismo, ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine. Le sue grandi passioni sono il fitness e l'equitazione, lo spettacolo, i viaggi, la fotografia e la natura.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.