×

Coronavirus, Crisanti: “Obiettivo circoscrivere i focolai”

Condividi su Facebook

Il professore Crisanti ha come obiettivo quello di circoscrivere i focolai di coronavirus, trovando un equilibrio in vista del vaccino.

coronavirus crisanti circoscrivere focolai
coronavirus crisanti circoscrivere focolai

Il virologo Andrea Crisanti parla dell’aumento di contagi da coronavirus registrato negli ultimi giorni, soffermandosi sull’importanza di circoscrivere i focolai per evitare nuove zone rosse. Il virologo si mostra soddisfatto per il monitoraggio del virus, ma non si mostra preoccupato per il numero elevato di positivi tra i giovani.

Crisanti sul coronavirus: “Circoscrivere i focolai”

Il responsabile del Laboratorio di Microbiologia e virologia di Padova Andrea Crisanti in un’intervista rilasciata ad Adkronos ha parlato dell’aumento dei contagi di coronavirus in Italia, soffermandosi sull’importanza di circoscrivere i piccoli focolai.

L’obiettivo è non passare da piccoli focolai che si riescono a contenere a una trasmissione diffusa che non si riesce a controllare“. Dichiara Crisanti, che poi aggiunge: “Il problema, come ho già detto, è che tutto dipende dall’equilibrio tra la capacità del virus di trasmettersi e la nostra di circoscriverlo.

Equilibrio destinato a spostarsi verso l’alto, sia per i comportamenti che si tengono durante l’estate, sia perché molti operatori delle strutture sanitarie sono in ferie”.

Nonostante i numeri in rialzo, il virologo si mostra soddisfatto per la gestione post lockdown:Devo dire che sono soddisfatto di quello che vedo e di come si stanno finalmente identificando e circoscrivendo questi focolai. Era un po’ quello che predicavamo fin da marzo”.

Ora per evitare che la situazione sfugga di mano –ammonisce Crisanti– il comportamento individuale è fondamentale.

Ci vuole senso di responsabilità“.

Focus cambiato

I dati rivelano un aumento sensibile tra i giovani, ma Crisanti puntualizza: “Questo dipende da cosa si misura. All’inizio avevamo come strumento solo il tampone e facevamo test alle persone malate. Ora che usiamo finalmente gli strumenti di sorveglianza attiva facendo test ai contatti familiari e ai colleghi di lavoro scopriamo un sacco di giovani positivi.

Oggi la nostra attenzione ha cambiato focus. Ecco perché li vediamo“.

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Alborghetti

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.