×

Viviana Parisi, parla la cognata: “Soffriva di manie di persecuzione”

Condividi su Facebook

Sulla morte di Viviana Parisi parla per la prima volta la cognata, che conferma le voci in merito alle fragili condizioni psicologiche della donna.

Viviana Parisi scomparsa prelievi

Continuano a emergere nuovi particolari in merito alle condizioni psicologiche di Viviana Parisi, la 43enne scomparsa lo scorso 3 agosto e in seguito ritrovata morta nei boschi del messinese nella serata di sabato 8. A parlare ai microfoni del quotidiano La Stampa è la cognata della donna nonché zia del piccolo Gioele, non ancora ritrovato e su cui si stanno concentrando le ricerche degli investigatori.

La sorella del marito di Viviana Parisi ha infatti confermato le voci che descrivevano la 43enne come affetta da alcuni disturbi mentali.

Viviana Parisi, parla la cognata

Rendendo pubblico il referto dell’ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto, la signora Mariella Mondello racconta come la cognata non fosse semplicemente depressa, la soffrisse di vere e proprie manie di persecuzione: Diceva a mio fratello che era pedinata, ma erano soltanto cose che aveva nella sua mente”.

Una condizione che potrebbe aver spinto la donna quel fatidico 3 agosto ad abbandonare la macchina lungo l’autostrada e inoltrarsi nei boschi di Caronia credendo di essere seguita.

Per quanto riguarda invece la sorte del nipote Gioele, la donna spiega: “Non lo avrebbe mai ucciso”, anche se appare probabile che lo stato di forte disagio psicologico della 43enne possa avere avuto conseguenze sulle sorti del bambino, di cui ancora non si sono trovate tracce: “Stava male mentalmente anche se negli ultimi tempi sembrava stesse meglio, alternava periodi di serenità a periodi di crisi nervose”.

Stando ai racconti della cognata anche la situazione familiare della donna sembrava essere relativamente tranquilla, pur considerando le problematiche connesse al suo stato psicologico: “Litigi con mio fratello? No, ma a volte accendeva discussioni per fisime dovute allo stato mentale in cui si trovava”. Nel frattempo sono attesi per le prossime ore gli esiti dell’autopsia sul corpo di Viviana Parisi, che potranno finalmente gettare ulteriore luce su questa tragedia così misteriosa.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.