×

Morte Viviana Parisi: l’appello del nonno di Gioele

Condividi su Facebook

L'appello del nonno di Gioele, papà di Viviana Parisi, per ritrovare il nipote.

Viviana Parisi
Viviana Parisi

La morte di Viviana Parisi sta tenendo l’Italia con il fiato sospeso, soprattutto ora che continuano ad essere in corso le ricerche del piccolo Gioele. L’autopsia sul corpo della donna non ha ancora chiarito il mistero della sua morte e per il momento non sta dando informazioni utili per indirizzare meglio le ricerche del bambino di 4 anni, che continuano senza sosta nelle campagne di Caronia e a Sant’Agata Militello.

I vigili del fuoco hanno scandagliato la zona e controllato i pozzi. Una task force di 70 soccorritori, con l’aiuto di droni e cani molecolari, sta controllando tutto il territorio. Il nonno ha voluto fare un appello, dopo aver parlato in diverse occasioni di sua figlia.

Appello del nonno di Gioele

La morte di Viviana Parisi ha colpito tutti e ora l’attenzione è puntata sulle ricerche del piccolo Gioele, di soli 4 anni, che era con lei al momento della scomparsa.

Il nonno del bambino, Luigino Parisi, padre di Viviana, ha lanciato un appello per riuscire a ritrovare suo nipote. “Chi ha cuore ci aiuti a trovare Gioele” ha chiesto il nonno. “Viviana si sarà spaventata dopo l’incidente e voleva proteggere il suo bambino, ha avuto problemi durante il lockdowm, aveva paura che Gioele si ammalasse, si è messa a leggere la bibbia, pensava che il mondo fosse corrotto. Mio genero è una persona speciale, mi informava di tutto” ha spiegato il padre di Viviana Parisi, disperato per quanto è accaduto.

Non possiamo escludere alcuna ipotesi sulla morte della donna. Adesso c’è tutto il lavoro di laboratorio, l’identificazione della specie di larve ed insetti, il confronto con i dati termici e quindi si arriverà a una stima dei tempi del decesso” ha spiegato l’entomologo forense Stefano Vanin, precisando che hanno chiesto 90 giorni per avere gli esiti. Il perimetro di ricerche per il piccolo Gioele Mondello è stato allargato dopo dieci giorni.

Del bambino si sono perse immediatamente le tracce, dopo la scomparsa della donna avvenuta il 3 agosto dopo un lieve incidente sull’autostrada A20 Messina-Palermo. “Era una mamma dolcissima, non si separava mai dal piccolo, non posso credere che l’abbia lasciato da qualche parte, né che l’abbia ferito in alcun modo” ha dichiarato il suocero Lillo Mondello.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.