×

Tamponi aeroporti Lombardia, c’è l’ordinanza ma niente postazioni

Condividi su Facebook

I tamponi in aeroporto in Lombardia arrivano forse con un po' di ritardo. Discorso a tre tra Regione, Sea e Ministero della Salute.

I tamponi in aeroporto adottati anche dalla Regione Lombardia
I tamponi in aeroporto adottati anche dalla Regione Lombardia

Sembra che l’introduzione dei tamponi in aeroporto voluta dalla Regione Veneto per riscontrare possibili nuovi contagi dagli arrivi dall’estero abbia fatto scuola. La Regione Lombardia è stata a colloquio con la Sea, la società che gestisce gli scali aeroportuali lombardi ma anche con il Ministero della Salute per tracciare i protocolli Covid in aeroporto e poter procedere con i tamponi a tutti i viaggiatori di ritorno dalle vacanze in realtà turistiche fortemente caratterizzate dalla recrudescenza del Covid, come Croazia, Grecia, Spagna e Malta.

Ne è nata l’ordinanza regionale 597 del 15 agosto con la quale si avvisano le persone che hanno trascorso le loro vacanze in questi Paesi di “sottoporsi ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone, al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, ove possibile, ovvero entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale presso l’ATS dove è stato segnalato il proprio arrivo“. Sui tamponi negli aeroporti in Lombardia passare dalle parole ai fatti ce n’è di strada: diversi passeggeri, già atterrati da due giorni, sono ancora in attesa che una chiamata li avvisi al fine di potersi sottoporre al tampone.

Tamponi aeroporti Lombardia: quando partono?

L’implementazione delle postazioni tamponi negli aeroporti della Lombardia sarebbe prevista per la metà di questa settimana, e le misure di concerto con le autorità sanitarie nazionali prevede l’apertura di postazioni temporanee per i tamponi e l’invio di personale sanitario dalle strutture ospedaliere limitrofe, per i quali i due scali milanesi non sono ancora attrezzati secondo le linee guida dell’ultimo decreto. Per l’aeroporto di Orio al Serio- Bergamo, il servizio è già svolto dal vicino ospedale di Seriate e, a differenza degli scali milanesi, non c’è bisogno di prenotarsi per il tampone.

Tamponi aeroporti, preoccupa contagio da ritorno

Infatti la misura di sicurezza Covid è stata seguita a ruota dall’aeroporto di Fiumicino, ma non da quelli milanesi di Linate e Malpensa. La Regione Lombardia pare abbia temporeggiato un po’ troppo, a sentire quelli preoccupati che gli arrivi da Paesi in cui il Coronavirus sta risalendo, come Soagna Grecia, Croazia e Malta, possa introdurre in Italia un significativo contagio da ritorno. La stessa Ansa ha fatto sapere che l‘Ats di Milano è stata subissata dalla richiesta di circa 5000 tamponi , e i primi sono già stati effettuati.

Nella giornata di ieri un terzo dei nuovi casi di contagio nel Lazio provenivano dai ritorni da Spagna e Grecia, due paesi nel mirino delle misure restrittive visto che a chi proviene da soggiorni estivi da queste destinazioni turistiche il tampone è oramai obbligatorio.

Classe 1980, originario di Diamante (CS), è laureato in Scienze delle Comunicazioni e si occupa di scrittura creativa per il web. Ha collaborato con diverse testate, sia cartacee (‘CalabriaOra’ e ‘Il Meridione’) che online. Scrive per Notizie.it e Actualidad.es.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Vincenzo Bruno

Classe 1980, originario di Diamante (CS), è laureato in Scienze delle Comunicazioni e si occupa di scrittura creativa per il web. Ha collaborato con diverse testate, sia cartacee (‘CalabriaOra’ e ‘Il Meridione’) che online. Scrive per Notizie.it e Actualidad.es.

Leggi anche

covid campania scuole chiuse melito
Cronaca

Covid Campania, scuole chiuse a Melito

27 Settembre 2020
A causa dell’aumento dei contagi covid in Campania, il sindaco di Melito ha deciso che le scuole rimarrano chiuse fino al 3 ottobre.
Entire Digital Publishing - Learn to read again.