×

Coronavirus, Ranieri Guerra: “Possiamo evitare una seconda ondata”

Condividi su Facebook

Ranieri Guerra afferma che è possibile evitare una seconda ondata di coronavirus.

Ranieri Guerra
Ranieri Guerra

Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell’Organizzazione mondiale della sanità, in un’intervista per il Corriere della Sera ha spiegato che è possibile evitare una seconda ondata. “La seconda ondata? Non è detto che arrivi e comunque possiamo mitigarla. Ora abbiamo molti strumenti e la conoscenza che mancava da inizio epidemia” ha spiegato l’esperto.

I casi di coronavirus stanno aumentando, ma probabilmente non ci sarà una seconda ondata e in questo momento i contagi, pur essendo in crescita, stanno cambiando rispetto alla prima ondata.

Ranieri Guerra sul Coronavirus

Ranieri Guerra ha spiegato che l’aumento attuale di casi non significa che siamo arrivati alla seconda ondata. “Stiamo assistendo a due fenomeni che potrebbero non essere legati. L’aumento dei soggetti positivi è dovuto alla capacità di fare una diagnosi migliore e al maggiore uso di tamponi, oltre ovviamente all’incontestabile aumento dei contagi.

Ma la possibilità che questa situazione si traduca in casi clinicamente gravi, cioè malati che hanno bisogno di cure, è un discorso diverso, collegato anche a quanto gli anziani e le persone fragili si proteggono individualmente e all’interno delle residenze sanitarie, se ricoverati” ha spiegato l’esperto. “L’aumento dei contagi era previsto, quello dei pazienti gravi si può invece prevenire perché abbiamo imparato a farlo, purtroppo dopo aver attraversato un’esperienza dolorosa” ha spiegato Guerra.

Con le scuole ci sarà un nuovo incremento di casi, inevitabile, impossibile impedire contatto fisico tra studenti. Restano una serie di incognite a livello internazionale insolute. Quanto sono contagiosi i giovani? Non lo sappiamo. Fino a 10-11 anni sembra abbiano una minore capacità di trasmissione. Sopra i 12 sembra che abbiano una contagiosità analoga a quella degli adulti. Ecco perché c’è assoluta necessità di usare le mascherine alle medie e nei licei, sono dispositivi irrinunciabili” ha spiegato l’esperto.

Per quanto riguarda le scuole elementari sono sicuramente raccomandate, ma sarebbe meglio il distanziamento dei banchi.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.