×

Università riapre a metà: mascherine e aule a numero chiuso

Condividi su Facebook

L'università quest'anno riapre, ma a metà.

Università riapre
Università riapre

L’Università riapre a metà: aule a numero chiuso, mascherine obbligatorie e tante regole molto rigide. Sono arrivate le linee guida per il rientro in università. Le lezioni dovranno essere prenotate, così da non superare il numero fisso, e tutti coloro che non riusciranno ad avere il posto in aula potranno seguire la lezione da casa.

Il Comitato tecnico scientifico ha già approvato tutte le modalità del funzionamento degli atenei in questa situazione di emergenza per il numero crescente dei contagi da coronavirus.

Università riapre a metà

Le università riprendono la loro attività, come tutte le altre scuole, ma con diversi compromessi, come ha spiegato la Repubblica. Dopo sei lunghi mesi hanno deciso di ripartire garantendo la sicurezza agli studenti e ai professori.

I rettori puntano al ritorno degli studenti in aula e con loro si schierano anche i sindaci di varie città universitarie. Eventuali focolai all’interno delle università saranno gestiti con le stesse linee guida delle altre scuole, ovvero si procederà con la segnalazione dei contagiati e il tracciamento a carico dei dipartimenti prevenzione delle Asl insieme con gli addetti alla prevenzione interni alle università. Esami e laboratori verranno fatti in presenza.

Gli atenei hanno già definito le modalità per accogliere gli studenti. Verranno fatte delle turnazioni per seguire le lezioni, che dovranno essere prenotate tramite applicazione. La disposizione degli alunni è a scacchiera e sono assolutamente vietati gli assembramenti negli spazi comuni. Le aule saranno riempite al 50% e il distanziamento sarà di un metro. I posti dove sarà vietato sedersi saranno indicati. Le aule verranno sanificate ogni giorno e sarà garantito il ricambio di aria.

Le mascherine sono obbligatorie in ogni occasione. Solo il professore potrà abbassarla durante la spiegazione. Ci saranno percorsi differenziati per entrare ed uscire e ogni aula sarà munita di gel disinfettante. All’ingresso non si misurerà la febbre, ma è assolutamente vietato entrare con sintomi.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.