×

Scuola, ok delle Regioni: solo una modifica al documento Iss

Condividi su Facebook

Arriva l'ok delle Regioni al documento Iss per la scuola. Apportata una modifica.

Scuola regioni
Scuola regioni

È arrivato l’ok delle Regioni per il documento Iss, con una sola modifica. La Conferenza delle Regioni ha approvato il documento con le “Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di Covid nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia“, con un solo cambiamento.

Lo ha fatto sapere Cristina Grieco, coordinatrice all’Istruzione, ma il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia ha sottolineato che “permangono le preoccupazioni per aule e trasporti“. “Venerdì c’è la conferenza unificata e ci sarà il via libera definitivo” ha spiegato Cristina Grieco.

Ok delle Regioni sulla scuola

Vediamo intanto il Cts come si esprime, la situazione è complessa ma sugli organici c’è stata una risposta. Piano piano ci stiamo arrivando a trovare una quadra; il problema rimane quello del trasporto degli studenti” ha spiegato la Grieco.

In vista della riapertura delle scuole, permangono perplessità in merito alle disposizioni nazionali inerenti il trasporto pubblico locale e il dimensionamento delle aule scolastiche” ha aggiunto Riccardo Riccardi, vicepresidente del Friuli Venezia Giulia. Al centro dell’incontro tra governo e Regioni, c’è stato proprio il problema dei trasporti. Non sono riusciti a trovare un accordo sull’utilizzo delle mascherine e sul distanziamento sui mezzi pubblici. Venerdì 28 agosto ministri e Regioni si vedranno nuovamente in videoconferenza per gli aggiornamenti.

Bonaccini, presidente della Conferenza delle Regioni, ha spiegato che si rischia il caos più totale per il trasporto pubblico locale se non vengono al più presto riviste le restrizioni. I ministri De Micheli e Speranza hanno chiesto tempo per confrontarsi con il Cts e presentare le varie proposte. Sugli scuolabus, come ha spiegato Agostino Miozzo, coordinatore del Cts, si potrà utilizzare la capienza massima solo per 15 minuti. “Sul trasporto pubblico locale abbiamo dato alcune indicazioni che stiamo formalizzando: necessità di aumentare il numero corse, riorganizzazione degli orari di ingressi e uscite per dilazionare gli orari di punta, disinfettanti a bordo dei mezzi di trasporto, sollecitazione all’uso della app Immuni” ha aggiunto Miozzo.

La scuola potrebbe produrre un lieve incremento dell’indice di trasmissione: ci aspettiamo, come sta avvenendo all’estero, qualche lieve incremento” ha continuato, sottolineando che ci sono molte incertezze al momento ma che oltre ai rischi c’è una grande necessità di tornare a scuola.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
3 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
petronilli siggnorine e parolacce industria capine
27 Agosto 2020 22:05

adesso subito

vicchy non ha testimoni contorti ne lo è
27 Agosto 2020 22:44

berlusconisti di merda

berlusconisti minacciano vicchy con cancello autom
27 Agosto 2020 22:50

passeggio in ciaca sollazzo e riso


Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.