×

Villa Pamphili, trovato cadavere in una fontana

Condividi su Facebook

Un passante ha ritrovato il cadavere di un uomo di mezza età nella fontana del Giglio di Villa Pamphili, tra stupore e choc.

cadavere villa pamphili
cadavere villa pamphili

Terribile scoperta a Villa Pamphili: un passante ha trovato un cadavere in una fontana. I carabinieri che dinorma pattugliano il parco hanno subito eseguito i primi rilevamenti e chiuso al pubblico la zona. Da una prima analisi, si tratterebbe di un uomo d 50 anni.

La fialetta vuota ritrovata vicino al corpo sta indirizzando gli inquirenti verso la pista del suicidio.

Villa Pamphili, passante trova cadavere

Verso le 11.45 di venerdì 28 agosto un passante ha ritrovato un cadavere in una fontana di Villa Pamphili, a Roma. Sul posto sono subito intervenuti i carabineri della stazione San Pietro che si occupano del pattugliamento giornaliero del parco.

La fontana e la zona antistante sono state chiuse al pubblico, e gli inquirenti hanno aperto un’indagine.

Dai primi rilevamenti eseguiti dal medico legale, si tratterebbe di un 50enne benestante, a giudicare dai vestiti costosi che indossava la vittima prima di morire.

Non sono stati ritrovati segni di violenza o colluttazione, ma accanto alla vitima i ris hanno trovato una fialetta di un farmaco vuota. Per questo motivo al momento la pista più probaile rimane quella del suicidio. Solo dopo gli uletriori accerrtamenti, l’autopisa potrà fornire dettagli importanti ai fini dell’indagine, confermando o smentendo l’ipotesi del suicidio.

Beccato a fare il bagno

Prima di questa terribile notizia, lo scorso 21 agosto Villa Pamphili era tornata protagonista sulla pagine di cronaca per il caso del ragazzo beccato a fare il bagno nella fontana del Giglio.

A dare l’allarme ci aveva pensato il Presidente dell’Associazione della Villa Paolo Arca: “Si tratta di “un frequentatore del parco, ci conosciamo di vista, la prima risposta che mi ha dato («Bella frate’») dà la misura del grado di impunità e della disabitudine al rispetto delle regole che contraddistinguono troppi frequentatori del parco“.

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Alborghetti

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.