×

Scuola, precauzioni da usare: le regole del pediatra

Condividi su Facebook

I consigli del pediatra per le precauzioni da usare per il rientro a scuola.

Scuola
Scuola

Per un rientro a scuola in totale sicurezza bisogna rispettare diverse regole e usare molte precauzioni, necessarie per scongiurare il pericolo di contagio. “Sappiamo che i bambini sono per il 50-60% asintomatici. Questo non significa che il Covid non circoli, o che i più piccoli ne siano immuni.

Tutt’altro. Proprio perché i bambini spesso non manifestano i sintomi, il rischio può essere dietro l’angolo” ha spiegato Giuseppe Mele, presidente della Società italiana Medici Pediatri, sottolineando che è importante avere attenzione e cautela. Le precauzioni riguardano l’uso delle mascherine, il distanziamento e l’igiene, ovvero lavare spesso le mani e disinfettare gli oggetti.

Precauzioni per il rientro a scuola

Sono tante le domande che si pongono i genitori per questo imminente ritorno a scuola.

Le regole spiegate dal pediatra possono aiutare le famiglie a prepararsi al rientro. Prima di uscire di casa va misurata la temperatura al bambino e se dovessero esserci sintomi che fanno pensare ad un raffreddamento bisogna usare le precauzioni utili. I genitori devono controllare che il bambino indossi la mascherina e abbia con sé un gel disinfettato e il grembiule deve essere lavato ogni giorno. Anche all’ingresso della scuola verrà misurata la temperatura e, in caso di febbre, il bambino non può entrare a scuola ma bisogna contattare il pediatra.

A scuola i bambini devono indossare le mascherine chirurgiche, perché hanno una buona traspirazione e sono più utili. Per quanto riguarda le attività motorie basta garantire il distanziamento adeguato ed evitare gli assembramenti. Durante l’anno non saranno organizzate gite scolastiche.

Il pediatra ha spiegato che se gli insegnanti iniziano le lezioni senza aver fatto il test sierologico non ci sono rischi per i bambini. Per il momento c’è stata un’adesione del 70%, ma gli esperti sperano di raggiungere almeno il 90%.

Il pediatra consiglia di andare a scuola a piedi o con la propria auto. Se questo non è possibile è importante assicurarsi che nello scuolabus ci sia un allineamento verticale e se la percorrenza supera i 15 minuti. Se si usano i mezzi pubblici è meglio evitare le ore di punta e indossare sempre le mascherine. Gli insegnanti e i genitori devono spiegare bene ai bambini di non creare assembramenti, non ci saranno lavori di gruppo o spostamenti non controllati.

Mascherina e lavaggio delle mani sono indispensabili. La ricreazione è un momento delicato e gli insegnanti devono prestare moltissima attenzione. Secondo l’esperto è meglio fare merenda seduti nel proprio banco. Il pediatra sconsiglia di lasciare i bambini a casa degli amichetti e se si decide di farli incontrare bisogna avere la massima attenzione e far indossare loro la mascherina.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.