×

Genzano, svastica e insulti su murale di disabile morto

Condividi su Facebook

Ennesimo gesto razzista a Roma, dove a Genzano sono comparsi una svastica e degli insulti su un murale dedicato ad un disabile morto.

svastica insulti murale genzano
svastica insulti murale genzano

Su un murale di Genzano dedicato ad un disabile morto nel 2016 campeggiano una svastica e insulti di stampo razzista, scritti con una bomboletta spray. Un gesto inqualificabile denunciato dal candidato sindaco di centrosinistra: “La Lega mostra la sua vera natura razzista e xenofoba“.

Svastica e insulti su murale: vergogna a Genzano

Nella Capitale continuano a verificarsi episodi razzisti: a Genzano, sono comparsi su un murale dell’anfiteatro dedicato ad un disabile di 30 anni morto nel 2016 alcuni insulti e una svastica, realizzati con una bomboletta spray: “Salvini liberaci da negri e mongoloidi”.

Un episodio veramente mortificante e inqualificabile, denunciato in primis dal candidato sindaco Flavio Gabbarini. L’esponente di centrosinistra già aveva guidato l’amministrazione dal 2011 al 2016.

Genzano non si piega all’intolleranza e all’odio. La Lega mostra la vera natura: razzista e xenofoba. Chiediamo al commissario di rimuovere le scritte oltraggiose che offendono tutta la città di Genzano“, questa è la richiesta di Gabbarini.

Carlo Zoccolotti, candidato sindaco del Pd fa eco alle parole del suo rivale politico: “Un atto vigliacco, inaccettabile, che non può avere luogo nella nostra comunità. Siamo vicini alla famiglia e agli amici di Giorgio Belleggia“.

La reazione della Lega

Immediata la reazione della Lega, che prende le distanze dall’ignobile gesto tramite Tony Brugnolo, coordinatore ai Castelli Romani di Matteo Salvini: “Nessun elettore, militante della Lega si sognerebbe di compiere un gesto del genere o anche solo di deturpare un patrimonio pubblico“. Intanto, un gruppo di volontari ha deciso di ripulire le scritte e i simboli sul murale.

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Alborghetti

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.