×

Primo giorno di scuola senza banchi, Rita Dalla Chiesa: “Ditemi che è uno scherzo”

Condividi su Facebook

È polemica per una fotografia che ritrae gli alunni di una scuola di Genova costretti a stare in ginocchio per il mancato arrivo dei nuovi banchi.

scuola-genova-bambini

Con il primo giorno di scuola in gran parte d’Italia emergono anche le polemiche sui nuovi banchi promessi dal governo, che in molti istituti sono ancora lontani dall’arrivare com’è accaduto a Genova. Arriva dal capoluogo ligure infatti un’emblematica fotografia che raffigura una classe intera di bambini costretta a stare a lezione in ginocchio proprio per il mancato arrivo dei nuovi banchi monoposto.

Una situazione che ha scatenato aspre polemiche fino ai vertici delle autorità regionali.

L’immagine ha provocato sconcerto non solo tra studenti e genitori di ogni angolo d’Italia. Anche Rita Dalla Chiesa ha commentato quanto accaduto a Genova e tramite Twitter ha espresso la speranza che la foto sia un fake: “Per favore, mi dite che non è vero?“.

Il preside: “Solo un gioco”

Che non si tratti di una fake, però, è stato confermato dal preside dell’istituto, Renzo Ronconi, secondo cui la mancanza di banchi era solo un gioco. “La foto ritrae i bambini che durante un’attività didattica stanno disegnando sereni in libertà” ha commentato il dirigente scolastico. “Un’ingenuità da parte dell’insegnante farla girare, ma sbagliato e grace strumentalizzarla, strumentalizzando, con essa, soprattutto i bambini“.

Bambini senza banchi in una scuola di Genova

L’immagine divenuta subito virale è stata scattata da alcuni genitori e in essa si possono vedere i bambini costretti a rimanere in ginocchio mentre utilizzano le loro sedie come banchi in attesa che arrivino quelli annunciati dal ministero. Le scuole di Genova sono infatti ancora in attesa di circa 15mila banchi monoposto o a rotelle che dovrebbero essere consegnati entro il mese di ottobre.

La protesta dei genitori, che si sono rivolti al direttore scolastico regionale, è giunta anche alle orecchie del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, il quale tramite un post sul suo profilo Twitter ha lanciato un messaggio diretto alla ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina: “Cara Azzolina, questi sono gli alunni di una classe genovese, che scrivono in ginocchio perché non hanno i banchi che avevate promesso.

E non sarebbero gli unici purtroppo. I nostri bambini, le maestre e le famiglie non meritano questo trattamento, soprattutto dopo i sacrifici fatti in questi mesi in cui era anche un dovere morale lavorare per evitare tutto questo”.

Toti ha poi aggiunto: “Lo trovo inaccettabile e sto già scrivendo una lettera alla Direzione scolastica per intervenire immediatamente. Un’immagine come questa non è degna di un Paese civile come l’Italia.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.