> > Palermo, non indossa mascherina in ospedale: denunciata insegnante

Palermo, non indossa mascherina in ospedale: denunciata insegnante

insegnante mascherina ospedale palermo

L'insegnante di 47 anni si era rifiutata di indossare la mascherina nel reparto di gastroenterologia dell'ospedale Civico di Palermo.

I carabinieri di Palermo hanno denunciato un’insegnante di 47 anni che si era rifiutata di indossare la mascherina in ospedale. I medici e la guardia giurata in servizio hanno provato a convincere la donna, fino all’arrivo dei carabinieri che l’hanno denunciata per interruzione di pubblico servizio.

Insegnante senza mascherina in ospedale

Un’insegnante di Palermo è stata denunciata mentre si trovava all’ospedale Civico per essersi rifiutata di indossare la mascherina e per mancato rispetto delle misure anticovid vigenti. La 47enne si trovava nel reparto di gastroenterologia e sembra che fino dal suo primo ricovero abbia rifiutato categoricamnete di attenersi alle misure di sicurezza previste dal governo in materia covid.

I medici hanno provato a convincerla, così come la guardia giurata in servizio, ma la donna non ha ceduto.

Alla fine i carabinieri l’hanno denunciata per interruzione di servizio pubblico, costringendola a collaborare.

Zone rosse

Intanto nel capoluogo siciliano il governatore Nello Musumeci ha deciso di dichiarare “zone rosse” i centri di Biagio Conte. L’aumento dei contagi rilevato nei centri sanitari nel mese di settembre ha convinto Musumeci ha chiudere al pubblico i centri. Ma non solo, perché i quasi 700 pazienti avrebbero rifiutato il trasferimento in altri covid hospital della città.

Attualmente risultano 33 tamponi positivi sui 55 effettuati tra gli ospiti dei centri.

Potranno entrare e uscire dalle strutture solo gli operatori socio-sanitari. Inoltre, è prevista una massiccia presenza di forze dell’ordine agli ingressi, affinché venga contigentata l’affluenza nelle apposite strutture.