×

“Tariffe dimezzate a chi è di centrodestra”, polemica su medico a Pisa

Condividi su Facebook

È polemica sulle frasi di un medico di Pisa che ha annunciato tariffe sanitarie dimezzate per chiunque dimostri di essere affiliato al centrodestra.

“In Casa di Cura mi organizzerò così: tariffe raddoppiate, […] per chi mostra la tessera di un partito di centrodestra, tariffe dimezzate!”. Così il chirurgo pisano Biagio Solito ha deciso di sfogarsi su Facebook dopo la vittoria del centrosinistra alle recenti elezioni regionali in Toscana, forse sottovalutando la polemica mediatica che in breve tempo hanno scatenato queste sue affermazioni.

Il medico, dirigente dell’azienda ospedaliera pisana nonché marito di una candidata della Lega, è stato infatti travolto da decine di critiche, venendo costretto a cancellare il post incriminato e a tornare sui suoi passi chiedendo formalmente scusa a chi si fosse sentito offeso.

Polemica su medico per le “Tariffe dimezzate”

Probabilmente amareggiato per la sconfitta subita dalla candidata presidente di regione Susanna Ceccardi, il dottor Solito ha deciso di esternare la sua delusione in un post pubblicato sul suo profilo Facebook personale: “Stai esultando per la vittoria in Toscana? Quando ti lamenterai perché aspetti 9 mesi per una Tac… io riderò di gusto.

[…] Io devo ‘difendermi’. Se proprio devo curare un comunista, voglio essere ben pagato. E in Casa di Cura mi organizzerò così: tariffe raddoppiate. Ps: per chi mostra la tesseradi un partito di centrodestra, tariffe dimezzate”.

Parole che hanno però immediatamente scatenato un polverone, anche a causa della pesante parentela del chirurgo pisano. Solito è infatti marito di Gianna Gambaccini, candidata con la Lega alle ultime elezioni regionali nonché assessora al Sociale del Comune di Pisa.

Un comportamento quello del dottor Solito che è arrivato fino all’orecchio dell’assessora regionale alla Salute Stefania Saccardi e del direttore generale dell’Azienda ospedaliera universitaria pisana, i quali nei prossimi giorni potrebbero prendere provvedimenti nei confronti del chirurgo.

Le scuse del chirurgo

A seguito della polemica, Solito è stato dunque costretto a scrivere un lungo post di scuse in cui spiega di essersi espresso male e di non aver mai avuto intenzione di effettuare discriminazioni in base all’orientamento politico di una persona: “Non è certo ciò che penso, sebbene innegabilmente io stesso nella rilettura sul giornale di oggi devo dire che – così come scritte – portano a ritenere un atteggiamento e un comportamento poco incline ad un altruismo totale come è l’indole del medico in generale e del sottoscritto in particolare.

[…] Posso garantire che la mia opera di Medico continuerà ad essere come è sempre stata: rivolta a risolvere i problemi di TUTTI indistintamente (per quanto in mio potere e di mia competenza)”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.