×

Coronavirus, bilancio del 26 settembre: 308.104 casi totali e 17 morti in più

Condividi su Facebook

Le autorità competenti hanno diramato il bilancio dei nuovi casi positivi di coronavirus registratisi sabato 26 settembre 2020.

coronavirus, il bilancio del 26 settembre

Come di consueto il Ministero della Salute, di concerto con l’Istituto Superiore di Sanità e le singole amministrazioni regionali, ha fornito il bilancio dei contagi da coronavirus aggiornato a sabato 26 settembre 2020. Rispetto alla giornata precedente si sono registrati 1.869 casi positivi, 17 decessi e 977 guarigioni/dimissioni in più.

Coronavirus: bilancio del 26 settembre 2020

Con queste cifre il totale delle persone diagnosticate positive dall’inizio dell’epidemia è salito a 308.104, quello relativo alle vittime a 35.818 e quello delle dimissioni/guarigioni a 223.693. Quanto invece al numero degli attualmente positivi presenti sul suolo nazionale esso ammonta a 48.593.

La stragrande maggioranza degli infetti, pari a 45.600, si trova in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi, 2.746 sono invece ricoverati e 247 sono intubati in terapia intensiva.

Rispetto al giorno precedente il primo dato è aumentato di 9 unità mentre il secondo di 3.

I tamponi effettuati dallo scoppio della pandemia sono 10.999.350 per un totale di 6.646.695 casi testati. Quelli processati nel corso della giornata sono pari a 104.387.

Bilancio coronavirus 26 settembre

Quanto al dato territoriale, la regione più colpita rimane la Lombardia, che dallo scoppio della pandemia ha registrato 105.988 casi con un incremento giornaliero pari a 256 unità. Il territorio che ha riscontrato più positività nella data odierna è però la Campania, con 274 nuovi soggetti infetti. Seguono poi il Lazio (+219) e il Veneto (+216).

Le regioni con meno contagi

I territori italiani che hanno invece registrato pochi casi positivi compresi tra 1 e 20 unità sono il Molise (+5), la Valle d’Aosta (+11) la Calabria (+15) e l’Abruzzo (+16).

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Ermanno
26 Settembre 2020 17:33

Siete penosi. Continuate a rompere le scatole per 3,11 contagi (non malati) per 100.000 abitanti.Dovete trovare una scusa per il prossimo prolungamento dello stato di emergenza e quel che è peggio la maggioranza degli Italiani vi sta a sentire acriticamente.


Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.