×

Coronavirus, deceduto il vescovo di Caserta

Condividi su Facebook

Il vescovo di Caserta, monsignor Giovanni D'Alise, è deceduto all'ospedale Sant'Anna e San Sebastiano dove era ricoverato da 4 giorni

Chiesa in lutto, il vescovo di Caserta stroncato dal coronavirus

Il vescovo di Caserta, Giovanni D’Alise, è stato stroncato dal coronavirus. Il monsignor, di 72 anni, è deceduto nella mattinata di domenica all’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta dove era ricoverato da 4 giorni a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni di salute.

Napoletano di nascita, il vescovo Giovanni D’Alise guidava la Diocesi di Caserta da 16 anni. Ad annunciare il decesso del vescovo, è stata la direzione dell’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano con un comunicato ufficiale. “Affetto da cardiopatia ipertensiva, diabete, insufficienza renale e dislipidemia – si legge nella nota del nosocomio casertano – è deceduto alle 6.30 a seguito di un arresto cardiaco che lo aveva colpito 30 minuti prima. Dopo il tampone positivo e il ricovero, il 30 settembre, monsignor D’Alise è stato sottoposto ai protocolli vigenti e trattato anche con il nuovo farmaco antivirale Remdesivir”.

Vescovo di Caserta da 16 anni

Inizialmente, quando si è appreso della positività, le condizioni del vescovo sembravano non destare particolari preoccupazioni, ma nelle ultime ore, sicuramente anche a causa delle patologie delle quali Giovanni D’Alise soffriva, la situazione è precipitata. La morte del reggente della Diocesi di Caserta lascia un vuoto incolmabile tra i fedeli e sono già tanti i messaggi di cordoglio arrivati da istituzioni e cittadini comuni affranti da questa grave perdita.

La morte di monsignor Giovanni D’alise arriva nei giorni di grande allarme per il ritorno preponente della pandemia.

Giornalista pubblicista dal 2006, collabora con il quotidiano La Sicilia ed è direttore del quotidiano online Novetv.com. Ha firmato articoli anche per il FattoQuotidiano.it, nel 2018 ha vinto il premio internazionale Luchetta per un'inchiesta sul caporalato. Autore del libro "L'Infanzia Negata" edito da Albatros.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Carmelo Riccotti La Rocca

Giornalista pubblicista dal 2006, collabora con il quotidiano La Sicilia ed è direttore del quotidiano online Novetv.com. Ha firmato articoli anche per il FattoQuotidiano.it, nel 2018 ha vinto il premio internazionale Luchetta per un'inchiesta sul caporalato. Autore del libro "L'Infanzia Negata" edito da Albatros.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.