×

Delitto di Garlasco, no alla revisione del processo per Stasi

Condividi su Facebook

La Corte d'Appello di Brescia ha rigettato la richiesta di revisione del processo avanzata dai legali di Stasi.

Omicidio Chiara Poggi, Alberto Stasi non avrà un nuovo processo

No alla revisione del processo per Alberto Stasi. La Corte d’Appello di Brescia ha infatti rigettato la richiesta di revisione del processo per l’omicidio di Chiara Poggi. Per il giudice, che ha depositato la sentenza lunedì, “gli elementi fattuali che si vorrebbero provare con le prove nuove non sono stati comunque ritenuti idonei a dimostrare, ove eventualmente accertati, che il condannato, attraverso il riesame di tutte le prove, debba essere prosciolto, permanendo la valenza indiziaria di altri numerosi e gravi elementi non toccati dalle prove nuove”.

 Niente altra possibilità, quindi, per Alberto Stasi condannato a 16 anni di carcere perché accusato di avere ucciso a Garlasco, il 13 agosto 2007, la fidanzata Chiara Poggi.

Per Alberto Stasi nessun nuovo processo

Quando è stata contattata dai giornalisti per commentare la notizia del rigetto della richiesta di revisione, Rita Preda, mamma di Chiara, ha detto di non essere a conoscenza del verdetto, ma poi ha aggiunto: “ora speriamo sia finita davvero”.

A commentare la notizia anche il legale della famiglia Poggi, Gian Luigi Tizzoni che ha affermato: “Le carte sono note a tutti da anni: ci sono indizi vari, gravi e convergenti. Era quasi impossibile immaginare quale elemento di novità ci potesse essere per riaprire il processo. Gli elementi portati dalla difesa non sono nuovi né decisivi”. Insomma, con la decisione della Corte d’Appello di Brescia, la famiglia di Chiara Poggi spera che sia stata definitavamente data la parola fine a questa vicenda.

Giornalista pubblicista dal 2006, collabora con il quotidiano La Sicilia ed è direttore del quotidiano online Novetv.com. Ha firmato articoli anche per il FattoQuotidiano.it, nel 2018 ha vinto il premio internazionale Luchetta per un'inchiesta sul caporalato. Autore del libro "L'Infanzia Negata" edito da Albatros.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Carmelo Riccotti La Rocca

Giornalista pubblicista dal 2006, collabora con il quotidiano La Sicilia ed è direttore del quotidiano online Novetv.com. Ha firmato articoli anche per il FattoQuotidiano.it, nel 2018 ha vinto il premio internazionale Luchetta per un'inchiesta sul caporalato. Autore del libro "L'Infanzia Negata" edito da Albatros.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.